Barbera d’Alba Villero 2004

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 04/2016


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: barbera
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: SOBRERO – Azienda Agricola Sobrero Francesco e Figli di Settimo e Pierfranco
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


La fermentazione a temperatura al di sotto dei 30 gradi e la macerazione durano complessivamente circa 10 giorni, mentre la maturazione avviene in botti di rovere da 50 ettolitri e l’affinamento in bottiglia dura circa 8 mesi. La prima annata di produzione è il 1995 e oggi si ottengono circa 2500 bottiglie da un vigneto argilloso calcareo allevato a controspalliera a Guyot con una media di 4500 ceppi/Ha e una resa di circa 80q/Ha. Ne scaturisce un vino dal colore rubino intenso e luminoso, dai profumi di barbera succosa e fruttata di ciliegia e amarena con tratti che ricordano la pesca gialla, arricchita da note di viola, cannella, cioccolato su un sottofondo di liquirizia. La bocca è avvolgente, morbida ma sostenuta da vibrante freschezza e prorompente sapidità, mentre il tannino fornisce quel pizzico di verve che non guasta rendendo la beva straordinaria, lunga e complessa, che ci rimanda ai profumi di Langa, all’odore della terra di cui si nutrono le viti, spingendoci senza indugi a riassaporarla, senza provare la benché minima sensazione di sazietà o affaticamento. Un vino da non lasciarsi sfuggire anche per lo straordinario rapporto qualità/prezzo (in cantina la potete acquistare attorno ai 6 euro).

RECENTI

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani