ASSULI

Logo AssuliIndirizzo: Contrada Carcitella – 91026 Mazara del Vallo (TP)
Tel1: +39 0923 547267
Tel2: +39 0923 548690
Sito: assuli.it
Email: info@assuli.it


laVINIum 06/2020
Una delle tante cose che caratterizzano la Sicilia è la presenza di numerosi Bagli, ovvero fattorie fortificate dotate di ampi cortili. Uno di questi, costruito agli inizi del ‘700 e situato in Contrada Carcitella a Mazara del Vallo, fu acquistato dalla famiglia Caruso tre generazioni fa. Dopo un’accurata ristrutturazione che ne ha mantenuto in gran parte le caratteristiche originali, il Baglio Assuli (in dialetto siciliano “al sole”) è divenuto sede dell’azienda di famiglia, su una proprietà che vanta oltre 120 ettari.

Michele, Nicoletta e Roberto Caruso

Michele, Nicoletta e Roberto Caruso

Oggi sono Roberto, Nicoletta e Michele a condurre l’attività di famiglia, che ha sempre avuto uno stretto legame con l’agricoltura. Ma non solo, infatti Giacomo, padre di Roberto, nel 1948 fondò la Sicilmarmi, che ha avuto anche il merito di scorpire una varietà del tutto particolare di marmo pregiato, il “Perlato di Sicilia”.
Il grande successo ottenuto gli consentì di investire anche nella vitivinicoltura, acquisendo nuovi vigneti e rendendo l’attuale Assuli, un’azienda di notevole importanza, seguita con criteri moderni e una forte attenzione all’ambiente, si lavora in biologico con l’impegno di valorizzare al massimo i vitigni del territorio, attraverso un’attenta sperimentazione, sempre nell’impegno di perseguire un modello di sviluppo sostenibile.

Baglio Assuli

La cantina è stata realizzata utilizzando proprio il Perlato di Sicilia, una struttura affascinante che rappresenta il forte legame con la storia di famiglia e la lavorazione dei marmi.
Le uve che hanno maggiore rilievo in azienda sono il nero d’Avola e il grillo, disponendo di quasi 130 ettari vitati si è potuto dare ampio spazio anche ad altre varietà tipiche come zibibbo, insolia, catarratto e perricone, unica eccezione il syrah, che pur non essendo originario della Sicilia, vi dimora ormai da parecchi decenni. Le vigne sono dislocate parte tra Mazara del Vallo e Trapani (40 ettari), nel comune di Carcitella, a un’altitudine che varia dai 120 ai 150 metri s.l.m. su terreni parzialmente argillosi e ricchi di scheletro, qui dimorano nero d’Avola, perricone/pignatello, insolia, grillo e moscato d’Alessandria (zibibbo); la presenza di due laghi artificiale garantisce i rifornimenti idrici. Altri 17 ettari si trovano a Besi (Castelvetrano), si sale a 200-250 metri, anche qui un lago artificiale assicura protezione idrica, qui abbiamo ancora nero d’Avola, perricone e catarratto. A Fontanabianca (Salemi) c’è il corpo più grande che occupa ben 56 ettari, in un territorio tra il pianeggiante e la bassa collina, qui si coltivano syrah, grillo e catarratto.

Vigneto azienda Assuli

Infine, ultimo acquisto, un appezzamento di 18 ettari a Bosco Scorace che rappresenta una nuova sfida per Roberto, ci troviamo infatti a 600 metri di altitudine, da questi terreni nasceranno le selezioni di nero d’Avola, perricone e grillo.
Sul piano squisitamente enologico fornisce la propria consulenza Lorenzo Landi.
Rimane fondamentale la parte sperimentale, un progetto di ricerca enologica realizzato con varietà selezionate, praticamente quasi scomparse, dette per l’appunto “reliquie”, che rappresentano la memoria storica dei vini siciliani.

vigneto sperimentale biologico azienda Assuli

Fra queste cultivar abbiamo il “vitrarolo”, di cui erano rimasti pochi ceppi nell’area dei Nebrodi, in un clima quindi montuoso dal clima rigido; il nome deriva dalla caratteristica dei tralci di assumere un aspetto vitreo nei periodi invernali, che li portava spesso a spezzarsi facilmente.

Dunnuni e Recuno

Dunnuni e Recuno

La sperimentazione viene effettuata in collaborazione con l’istituto Vite Vino di Marsala, che ha dato la disponibilità di seguire 15 varietà reliquia su un appezzamento di 0,3 ettari a Carcitella, in prossimità dell’azienda, per un totale di 600 innesti, per il miglioramento varietale viticolo, sempre seguendo i dettami del disciplinare biologico.

Bracau e Vitrarolo

Bracau e Vitrarolo

La ricerca ha già evidenziato le seguenti varietà: a bacca bianca Alzano, Cutrera, Dunnuni, Nave, Oriddu, Recuno e Reliquia bianco, mentre a bacca rossa Anonima, Insolia nera, Vitrarolo, Bracau, Catanese nero, Lucignola e Rucignola.
Fra i progetti in cantiere ci sono il rivestimento della copertura di Assuli con pannelli fotovoltaici di ultima generazione e l’installazione di colonnine di ricarica per biciclette elettriche, un ottimo modo per favorire un turismo ecologico nel territorio.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Sicilia Lorlando2017da 15 a 25 euro@@@@@
Sicilia Furioso2017da 15 a 25 euro@@@@
Sicilia Zibibbo Dardinello2019da 10 a 15 euro@@@@

RECENTI

  • Barolo Bricco San Pietro 2014

    Barolo Bricco San Pietro 2014

  • Barolo Panerole 2015

    Barolo Panerole 2015

  • Langhe Nebbiolo 2018

    Langhe Nebbiolo 2018

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2020 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani