Zuccole Rosé Elisabetta Puiatti 2006

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 08/2007


Tipologia: IGT rosato
Vitigni: pinot nero
Titolo alcolometrico: 12,5 %
Produttore: PUIATTI – Azienda Agricola Giovanni Puiatti Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Giovanni ed Elisabetta Puiatti portano avanti l’azienda del papà Vittorio, nata nel 1967. Sull’etichetta del Zuccole Rosé, a firma di Elisabetta, si legge “Save a tree, drink Puiatti. No oak aged wines”, che la dice lunga sulla filosofia aziendale: la convinzione che la maturazione del vino debba avvenire rigorosamente prima in acciaio e poi in bottiglia, nessun uso del legno in cantina, niente botti e, ove possibile, tappi sintetici. Una regola che oggi va sicuramente contro corrente e che si rafforza nelle frasi “l’uva non nasce con il sapore di legno” e “i grandi vitigni sono tutti diversi, perché devono dare grandi vini tutti uguali?”. Mai come oggi parole sante e condivisibili. Certamente, però, questo discorso non può essere sempre applicato in modo così drastico. I vini friulani hanno delle caratteristiche tali da consentire in buona parte l’applicazione di un metodo “no oak”, e se lo si facesse con il Barolo o il Brunello di Montalcino? Come potrebbero quei vini durare decenni e avere quella complessità? Ma guardando il Zuccole Rosé non ho alcun dubbio, qui va benissimo il tappo sintetico come la maturazione in acciaio. Il colore è un cerasuolo con tonalità rubino-granate; naso gradevole, puntellato di venature fruttate di ciliegia, lampone, susina, melagrana, note floreali e un sottofondo che ricorda il sottobosco; al palato si sente un tannino delicato, una buona vena acida che avvolge il frutto e una leggera sensazione speziata. Il bello di questo vino è che si percepisce molto bene la matrice del Pinot nero, che gli dona la capacità di mutare e allargare la gamma espressiva man mano che passano i minuti, proponendo addirittura richiami alla terra umida e ai funghi freschi. Il prezzo non è convenientissimo ma vale la pena conoscerlo.

RECENTI

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani