VINIRARI – ViniRari di Giulio Moriondo

Indirizzo: – 11020, Quart(AO)
Telefono:
Fax:
WWW: www.vinirari.net
Email: vinirari@vinirari.net


laVINIum – 03/2004
E’ nata una stella da una delle regioni dove la coltivazione della vite presenta le condizioni più estreme e difficili. Giulio Moriondo, dopo un lungo lavoro di ricerca e sperimentazione iniziato nel 1987, è riuscito a dare vita a una piccola azienda, ViniRari, che segue con passione e impegno costante e dalla quale sta ottenendo i suoi primi, importanti risultati.
Perché ViniRari? Perché Giulio persegue una filosofia ben precisa: tecniche “artigianali” mirate alla valorizzazione dell’origine e della qualità dell’uva, per ottenere vini unici, tipici della terra dalla quale provengono, la Valle d’Aosta. Nessuna manipolazione, massimo rispetto per la materia prima, niente chiarificazioni o filtraggi, nessuna aggiunta di composti estranei al vino o di aromatizzanti. I suoi vini sono ottenuti tutti da uve tipiche della regione, come il vien de Nus, il petit rouge, il cornalin, il fumin, il mayolet e il pinot noir.
La superficie vitata totale arriva a poco meno di mezzo ettaro, parte di proprietà e parte in affitto, la densità di piante è però elevatissima, corrisponde a circa 10.000 ceppi/ettaro; da ciascuna pianta Moriondo ricava meno di un chilo di uva, a dimostrazione di quale enorme impegno selettivo viene operato in vigna. Il sistema di allevamento adottato è la controspalliera con potatura a Guyot semplice, ad eccezione della centenaria vigna Cartesan (l’anno di impianto è il 1906) dove è stato preferito il sistema ad alberello. I vini ottenuti da queste vigne sono tre, il Vallée d’Aoste Nus ottenuto da vien de Nus, petit rouge e cornalin della vigna Cartesan, il Vallée d’Aoste Pinot Noir dalla vigna Jaquemin e la Cuvée DeMille a base petit rouge, cornalin e fumin. Il numero di bottiglie prodotte è davvero esiguo, poco meno di 1.500, quindi, almeno per ora, l’unico modo per poterne acquistare una è andare direttamente in azienda, ma riteniamo ne valga assolutamente la pena, sia per conoscere le caratteristiche dei vitigni locali, sia perché si tratta di vini che si distaccano completamente da qualsiasi standardizzazione, evidenziando una personalità e una pulizia esecutiva non comuni.
Ci auguriamo che Giulio Moriondo riesca con il tempo ad incrementare i propri vigneti, in modo da poter offrire ad un pubblico più vasto i suoi preziosi gioielli.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Cuvée De Milles.a.N/A
@@@
Valle d'Aosta Nus Vigne Cartesan2002N/A
@@@
Valle d'Aosta Petit rouge2004N/A
N/A
Valle d'Aosta Pinot Noir Vigne Jaquemin2002N/A
@@@@
Vallée d'Aoste Nus Supérieur2008da 10 a 15 euro@@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani