Vigna del Feudo 1997

img_nd-4Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 05/2000


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: primitivo 60%, montepulciano 30%, cabernet sauvignon 5%, merlot 5%
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: FELLINE – Azienda Agricola Felline
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Esame visivo: Rosso rubino con riflessi nero- violacei, concentrato, consistente. Esame olfattivo: Intenso e persistente, emerge un fruttato di sottobosco nero di cassis e more ed un inizio di loro confettura, un po’ di prugna secca; ancora nel sottobosco troviamo note di foglie secche/bagnate e di castagna. Ancora tabacco ed un inizio di esterificazione. E’ un naso molto complesso e di eccellente finezza. Esame gustativo: Secco, caldo, abbastanza morbido, abbastanza fresco, tannini eleganti. Di grande spessore al palato senza mai derivare verso toni aggressivi e/o troppo ruspanti. Il finale non c’è, nel senso che non finisce mai… Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: Potente ed elegante, si diceva del primitivo di manduria della stessa annata (grande!) che e’ il miglior vino contadino esistente; il Vigna del Feudo no, l’apporto del Montepulciano e le piccole aggiunte di vitigni internazionali gli forniscono maggiore complessita’, snellezza e nerbo acido. Puo’ durare piu’ a lungo del suo fratello D.O.C. e se il Primitivo e’ grande, lui e’ un Classic come direbbero i colleghi di Wine Spectator. Da abbinare con piatti molto strutturati quali carni rosse cotte al forno con aromi e spezie o selvaggina.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani