Vernaccia di San Gimignano 2004

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@
Data degustazione: 12/2005


Tipologia: DOCG Bianco
Vitigni: vernaccia
Titolo alcolometrico: 12 %
Produttore: ROCCA DELLE MACIE
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: fino a 5,00 euro


La Vernaccia di San Gimignano, pur portando sulle spalle una tradizione secolare ed avendo ottenuto per primo il riconoscimento a Denominazione di Origine Controllata nel 1966, è un vino che fatica a tenere il passo. Una recente degustazione di una ventina di Vernacce fra le più note, mi ha convinto che questo prodotto ha ancora bisogno di trovare una propria dimensione, di sviluppare a fondo le qualità di cui può sicuramente fregiarsi ma che, per ora, sono ancora in fase di sperimentazione e ricerca. Sinceramente, da una Docg mi aspetto qualcosa di più. Ci sono certamente aziende in grado di offrire un prodotto di qualità elevata, come Panizzi, Palagetto, La Rampa di Fugnano, Cesani, Vagnoni, solo per citarne alcuni, ma la strada da percorrere è ancora lunga e non facile. Questa versione di Rocca delle Macìe, acquistata al supermercato Sigma a poco più di 4 euro, ha un colore giallo paglierino medio con accenni verdolini; al naso sprigiona profumi di mandorla, fieno, mela, pesca bianca e agrumi, mentre al palato dimostra una notevole freschezza, evidenziata dalla componente agrumata del frutto. Il finale chiude abbastanza lungo con richiami ammandorlati. Un vino base, semplice e gradevole, che non spicca per personalità ma ha un prezzo ragionevole.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani