VALLONE – Aziende Agricole Vallone

Indirizzo: Via XXV Luglio, 5 – 73100, Lecce(LE)
Telefono: +39 0832 308041
Fax: +39 0832 243108
WWW: www.agricolevallone.it
Email:


Eccoci di nuovo in una delle aziende che possono essere prese come riferimento, per storia e qualità dei prodotti, nel panorama vitivinicolo in grande evoluzione del nostro meridione.

Ci intratteniamo in conversazione con il signor Donato Lazzari, responsabile delle vendite di questa importante azienda della Puglia, che ci accoglie con fare un po’ sornione. “Che vini vi piacerebbe assaggiare?” ci chiede, e alla nostra richiesta dei rossi, squadrandoci di sottecchi aggiunge: “noi abbiamo trrre rossi”, marcando l’accento meridionale quasi a sfidarci per verificare la nostra conoscenza della loro produzione.

Non raccogliamo la sfida e ci apprestiamo ad assaggiarli tutti! Ma prima di arrivare ai vini il Nazari si mostra un interessante parlatore e così partiamo da lontano chiedendo una sua opinione sui vitigni meridionali:
“Parlando di vitigni si parla di Negroamaro e Primitivo: il Negroamaro è più fine, e alligna male fuori dalla Puglia; il Primitivo è più forte, marca molto il vino.” E continua: “La Puglia è stata a lungo serbatoio di vini per il resto d’Italia; questo non è motivo di vergogna per la Puglia e non lo è neanche per il resto d’Italia visto che l’uva che veniva spedita al nord era una grande uva. E allora il Negroamaro era preferito, perché si mimetizza meglio, non è facile identificarlo. Il Primitivo ha una personalità più forte, è come il Merlot, lo si riconosce subito.”

Parliamo un po’ della regione allora. “La Puglia è molto lunga, cinquecento chilometri circa, ed è molto eterogenea come terreno e clima. Noi siamo nel Salento, la punta estrema. E’ molto importante l’influsso del mare (come saprete da noi nello stesso giorno si può fare il bagno in due mari diversi…) che rende il clima molto ventilato.”

La proprietà è situata a Brindisi ma è composta da tre corpi aziendali, uno a S. Pancrazio Salentino, dove si produce il Salice Salentino, uno intorno a Brindisi con cento ettari di vigneto e un terzo a Carovigno, dove pero’ non si coltiva uva.

Un’azienda con un vasto mercato, come il nostro interlocutore ci spiega la produzione va per la gran parte all’estero, con buoni mercati in Svizzera e in Germania, negli Stati Uniti e in Canada.

Concludiamo la nostra conversazione con il signor Lazzari, che lancia una invettiva sulla scellerata politica delle estirpazioni finanziate dalla comunità europea che tanti danni ha prodotto, specialmente al sud, sud che finalmente si è indirizzato verso una riduzione della produzione limitando la quantità di uve per ettaro, a tutto vantaggio della qualità.
Poi si alza, ci saluta stringendoci la mano e ci dice, ammiccando: “siete stati fortunati… oggi mi avete trovato in vena di chiaccherare!”

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani