Valle d’Aosta Torrette 2003

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@
Data degustazione: 10/2004


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: petit rouge min. 70%, altre uve raccomandate e autorizzate max. 30%
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: CAVE DES ONZE COMMUNES
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Sono ben 11 i comuni interessati dalla Doc Vallée d’Aoste Torrette, il cui vino è senz’altro quello prodotto in maggior quantità. Questa versione proviene dalla Cave des Onze Communes di Aymavilles, situata nel più grande comprensorio viticolo della Valle. La prima vendemmia della cooperativa risale al 1990 e i vigneti, dislocati negli undici comuni (Aosta, Aymavilles, Charvensod, Gressan, Introd, Jovençan, Quart, Saint-Christophe, Saint-Pierre, Sarre e Villeneuve), coprono una superficie di quasi 57 ettari. I 220 soci conferitori consentono alla Cave di produrre 350.000 bottiglie l’anno. Il Torrette 2003 presenta un bel colore rubino-porpora di media concentrazione e bella luminosità. Al naso è generoso ed esprime piacevoli sensazioni di viola e rosa selvatica, arricchite da nuances speziate e di frutta rossa (lampone e ciliegia). Al gusto è molto gradevole, la percezione alcolica è evidente, il corpo sufficientemente pieno e i tannini levigati, il frutto appena maturo avvolge con piacere, il tutto in buon equilibrio e con discrete prospettive evolutive. Il finale, appena ammandorlato, è lungo e corrispondente. Consigliamo di bere questo vino in calici di media ampiezza, del tipo “Chianti Classico”, attorno ai 18° con piatti a base di carne, arrosti e selvaggina, ma fa buona compagnia anche a formaggi stagionati.

RECENTI

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani