Triusco 1997

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@
Data degustazione: 08/2001


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: primitivo
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: RIVERA – Azienda Vinicola Rivera
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Esame visivo: Mostra immediatamente corpo e struttura da vendere questo pugliese a base di Primitivo che si presenta quasi cristallino, amaranto profondo senza cedimenti sull’unghia che si presenta ancora violacea, impenetrabile in trasparenza, tinge decisamente il bicchiere e forma archetti fitti che scendono in lacrime lente e larghe: pienamente consistente. Esame olfattivo: Deciso sin dal primo impatto il frutto che emerge da questo vino: piccoli frutti di bosco scuri quali mora e ribes nero, ma anche visciola nera secca. Lieve inizio di confettura dei Tutti Frutti sopramenzionati. Toni dolci e floreali di violetta cristallizzata e speziature lievi di mandorla tostata e vaniglia. Sensazioni appena selvatiche di pelliccia bagnata. Balsamico di alloro. Intenso e fine. Esame gustativo: Secco, caldo, abbastanza morbido ed abbastanza fresco, tanto colore e tanto tannino ancora un po’ astringente, abbastanza sapido. In bocca è più che di corpo: robusto; è tanto l’estratto che si avverte tra lingua e palato che sembrano non potersi toccare per via della materia tra loro presente. Le sensazioni finali sono intense, e ricalcano i toni fruttati ed appena selvatici dell’olfatto. La stoffa è ancora un po’ ruvida, ma anche in gustativa il quadro è intenso e fine, lungo e con un po’ di astringenza che non demorde. Stato evolutivo: Quasi Pronto, malgrado i quattro anni suonati, potenziale per un lungo invecchiamento. Giudizio finale: Tutti Frutti da questo Triusco di Rivera che mostra, e come non potrebbe, affinità agli ormai mitici cugini conterranei di Felline e di Sinfarosa… e Sonoma Valley trema… I Primitivi di Puglia hanno ormai eguagliato gli Zinfandel Californiani, ma sono proposti a prezzi decisamente più bassi. E’ un vino novità questo di Rivera, che alla sua prima uscita allo scoperto mostra già quale possa essere il suo potenziale una volta affinate le tecniche di vinificazione. Il tanto frutto in esso presente ce lo fa consigliare servito in bicchieri da Syrah, stappato una mezz’ora prima di servire. Abbinamenti: Brasciole alla barese di carne di cavallo, castrato in uimido, preparazioni saporose di carni rosse in genere. Formaggi saporosi non troppo salati a media stagionatura, ci vengono in mente i Fuori Zona Bitto e Formai de Mut dell’Alta Val Brembana, ma va bene anche un caciocavallo non stagionato.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani