TENUTA VILLANOVA


Indirizzo: Via Contessa Beretta, 29 – 34072, Farra d’Isonzo(GO)
Telefono: +39 0481 889311
Fax: +39 0481 888513
WWW: www.tenutavillanova.com
Email: info@tenutavillanova.com


laVINIum – 07/2014
Non sono molte le realtà vitivinicole che possono vantare oltre cinquecento anni di storia, per l’esattezza 515. Vi abbiamo raccontato della Tenuta Villanova oltre dodici anni fa, ci aveva entusiasmato già allora, oggi abbiamo piena conferma di un percorso di crescita che non si è mai arrestato né adagiato sugli allori.
Da quando Arnaldo Bennati ha acquistato la tenuta nel 1932 con il nome Piave-Isonzo, sono trascorse molte vendemmie, ma è nel 1985 che avviene un sostanziale cambio di marcia: l’azienda prende il nome attuale e subisce una radicale trasformazione, modernizzando macchinari, impianti, operando in vigna con tecnologie e conoscenze più avanzate e incrementando gli ettari vitati.
Oggi è Giuseppina Grossi Bennati a portarla avanti, disponendo di ben 200 ettari, dei quali una parte coltivati a vigneto (100 ettari nella DOC Isonzo e 27 nella DOC Collio) e la restante a bosco e prati, che tali rimarranno per mantenere un perfetto equilibrio dell’ecosistema. L’azienda si trova a Villanova di Farra, un piccolo borgo del comune di Farra, esattamente al centro tra DOC Isonzo e DOC Collio. Il 70% della produzione arriva dalla pianura il resto dalle colline del Monte Fortino e Ronchi di San Giovanni, che si trovano proprio di fronte alla tenuta. In poche centinaia di metri si manifestano espressioni vitivinicole differenti, con microclimi e morfologia del terreno differenti, tutti elementi che si ritrovano inevitabilmente nei vini prodotti. Proprio queste differenze hanno spinto la famiglia Bennati a creare varie linee di vini, tenendo sempre conto della tradizione e dando massima priorità alle varietà di vite tipiche del territorio.
Noi vi proponiamo sei etichette, che testimoniano l’alto livello qualitativo di quest’azienda, in grado di proporre anche vini bianchi longevi e di carattere.

01/2002
Secondo noi il Collio è una delle zone più vocate alla viticoltura dell’intero globo, ahinoi se ne sono accorti in relativamente pochi finora, ma per fortuna possiamo permetterci di berne i prodotti vinicoli, tra i migliori al mondo, a prezzi tuttora accessibili, nulla a che vedere con alcune zone d’oltralpe, o di Toscana o del Piemonte.
Un’ulteriore prova ci viene dall’Azienda che visitiamo oggi, la Tenuta Villanova. Un consiglio: se entrate in enoteca e trovate bottiglie di questa Azienda che sull’etichetta portano la dicitura DOC Collio, fatene incetta, ci ringrazierete.
Una delle più antiche aziende vitivinicole della regione, che nel 1999 ha compiuto cinquecento anni, fondata il 5 aprile del 1499 (esistono documenti peritati in merito), si estende per 200 ettari, dei quali 104 a vigneto, nelle due zone doc Collio e Isonzo che si differenziano oltre che per la posizione geografica, soprattutto per la composizione del suolo.
La plurisecolare ricerca della qualità nell’allevamento della vite, nella vinificazione, nell’uso dei recipienti per la maturazione dei vini, ora coadiuvata dalle tecnologie più moderne, rendono i prodotti della Tenuta Villanova, molto vicini a quello che madre natura conferisce alla vite.
E’ tra i vini della Tenuta Villanova infatti che troviamo alcuni dei migliori vini-vitigno da noi conosciuti; vini cioè, che molto bene esprimono le caratteristiche che il vitigno dal quale sono stati ottenuti dovrebbe avere, quasi vini didattici, utili anche al degustatore o semplicemente all’appassionato, per imparare a riconoscere la presenza di un vitigno all’interno di un vino.
La Tenuta Villanova inoltre, è una delle pochissime Aziende Agricole in Italia, probabilmente meno di 5, a distillare direttamente in cantina esclusivamente vinacce ed uve provenienti esclusivamente dalla proprietà, in periodo vendemmiale. L’impianto è costituito da 2 caldaie a bagno maria e 4 piccole caldaiette in controcorrente di vapore. Le acqueviti aziendali non le abbiamo ancora assaggiate ma vista la qualità dei vini ora siamo molto curiosi…

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Collio Cabernet Sauvignon Monte Cucco 1997 N/A @@@@@
Collio Chardonnay Ronco Cucco 2009 da 15 a 25 euro @@@@
Collio Friulano Ronco Cucco 2012 da 15 a 25 euro @@@@
Collio Merlot Ronco Cucco 2010 da 10 a 15 euro @@@@
Collio Pinot Grigio 2000 N/A @@@@
Collio Sauvignon Ronco Cucco 2000 da 10 a 15 euro @@@@
Collio Sauvignon Ronco Cucco 2002 da 10 a 15 euro @@@@@
Fraia 2007 da 25 a 50 euro @@@@@
Friuli Isonzo Bianco Meni Blanc 2012 da 7,50 a 10 euro @@@
Friuli Isonzo Malvasia 2012 da 10 a 15 euro @@@@
Isonzo Chardonnay 2000 N/A @@@
Isonzo Malvasia 2000 N/A @@@
Menj 2000 N/A @@@

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani