Spigau Crociata 2003

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 07/2006


Tipologia: Vdt Bianco
Vitigni: pigato
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: LE ROCCHE DEL GATTO – Azienda Agricola Le Rocche del Gatto
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


E’ indubbio che lo Spigau Crociata, selezione di uve pigato, è un vino molto particolare, sin dal colore, che è stato l’assurdo elemento che non gli ha consentito di ottenere la Doc e lo vede tuttora come semplice vino da tavola. Fausto De Andreis lavora a questo prodotto da oramai molti anni, nella sua cantina è forse ancora possibile assaggiarne la versione 1998. Questo 2003 si affaccia alla vista con un colore giallo oro intenso con riverberi verdi, molto luminoso e profondo. Al naso evidenzia una disposizione cromatica matura, con note giocate su sentori di miele, mandorla dolce, richiami al crocus, alla pesca gialla matura. Al palato ha buona struttura, mantiene una vivida freschezza e ci mostra un frutto maturo ma non dolciastro, richiami speziati e pepati, ancora miele, sapidità e mineralità. Un vino che merita interesse, in grado di evolvere sicuramente a lungo. La buona struttura e vivacità espressiva ne suggeriscono l’abbinamento (a 14° C, non di meno!) a piatti di mare saporiti come insalata di crostacei, linguine all’astice, gamberoni ripieni.

RECENTI

  • Ormeasco di Pornassio Peinetti 2016

    Ormeasco di Pornassio Peinetti 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

  • Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

    Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani