SIMONE SCALETTA

Indirizzo: Località Manzoni, 61 – 12065, Monforte d’Alba(CN)
Telefono: Tel. +39 348 4912733
Fax:
WWW: www.simonescaletta.it
Email: viniscaletta@alice.it


laVINIum – 06/2014
Tornare a scrivere di Simone Scaletta e dei suo vini monfortini era necessario, per molteplici ragioni. In Langa di ottime aziende ce ne sono molte, alcune ormai sulla bocca di tutti, altre meno note, magari perché più recenti o semplicemente perché non hanno il pallino del marketing, oggi fin troppo necessario per trovare più zone di vendita possibili, unico modo per contrastare l’inarrestabile crisi.
Simone viene da Torino, ma ha sempre sentito il bisogno di tornare alla terra, di riprendere a vivere in un ambiente più naturale e a misura d’uomo. Il fatto di non avere una tradizione vinicola o la possibilità di essere in qualche modo aiutato nell’impresa di iniziare da zero un’attività, che per i primi 3-4 anni comporta solo fatica e spese, non lo ha fermato. Per fortuna, visto che è riuscito a realizzare il suo sogno partendo dai quattro ettari in località Manzoni, nell’area di Monforte d’Alba, e a produrre eccellenti vini con i vitigni tipici della zona, nebbiolo, barbera e dolcetto.
Basta assaggiare le nuove annate per rendersi conto dell’alto livello che ha raggiunto, non solo con il vino di punta, il Barolo Chirlet, ma anche con il Langhe Nebbiolo Autin ‘d Madama, uno dei più buoni in circolazione, o con la stimolante Barbera Sarsera e il verace Dolcetto Viglioni. Insomma avevo proprio voglia di raccontarvene ancora, perché quando una piccola azienda fa grandi cose, in un’epoca dove sembra che tutto stia andando in malora, beh… è un momento di grande respiro e una delle ragioni per cui vale la pena continuare ad amare questo Paese.

12/2012
Gli oltre seicento chilometri che mi separano dal Piemonte non mi consentono di camminare per i vigneti di Langa quanto vorrei, sebbene siano ormai 12 anni che ci vado più o meno regolarmente. Non solo non mi stanco mai di rivedere quei bricchi durante le diverse stagioni, assolati, in ombra, con i colori autunnali o durante il vigore primaverile, ma ogni volta cerco di imparare qualcosa, di incontrare volti nuovi, dialogare con chi il vino lo fa dedicandoci tutto il proprio impegno, con la consapevolezza di avere fra le mani qualcosa di delicato che dovrà lasciare ai posteri, possibilmente migliore di prima.
Così questo maggio, fra le numerose aziende che ho visitato, ho scelto di dedicare un pomeriggio a Simone Scaletta, un produttore emergente di cui avevo già apprezzato il Barolo negli anni precedenti. Mi sono trovato davanti una persona disponibile e sorridente, aperta, mentre chiacchieravamo davanti alla cantina, vedevo la mamma sistemare una vite nella vigna di fronte.
I suoi quattro ettari vitati a nebbiolo, barbera e dolcetto si trovano in località Manzoni, quasi ai confini del comune di Monforte d’Alba, zona di indubbio valore vitivinicolo.
Simone, torinese che si occupava di tutt’altro lavoro, si è innamorato di questa terra, dieci anni fa ha impegnato tutte le sue risorse per acquistare i terreni e la struttura che sarebbe poi diventata la cantina. Nel frattempo ha acquisito una certa esperienza lavorando presso altre aziende della zona. Le vigne sono quattro: Chirlet, tre ettari dedicati interamente al nebbiolo da Barolo; Viglioni, poco più di mezzo ettaro tutto a dolcetto; Sarsera, un altro mezzo ettaro dedicato alla Barbera e Autin ‘d Madama, destinata al Langhe Nebbiolo.
Sin dall’inizio Simone ha impostato il suo lavoro cercando di rispettare al massimo l’ecosistema – basta fare un giro fra le vigne per rendersene conto, inoltre c’è un bel bosco che ne delimita una parte – optando per una viticoltura naturale, pochi e mirati interventi solo quando strettamente necessario.
Papà e mamma gli danno una mano, una famiglia semplice, di quelle che ti rimangono impresse, come la disponibilità di Simone che va ben oltre le consuetudini formali. Mi propone di attraversare i vigneti per raggiungere il bosco, questo mi permette di osservare il terreno, un impasto di limo, argilla e sabbia, in questa fase asciutto ma non secco. Ci sono molte varietà di erbe, soprattutto aromatiche, sparse fra i filari, la sensazione è di un grande equilibrio e di una terra ideale per la viticoltura.
Quattro vini, ciascuno con il nome del proprio vigneto e corredati di deliziose etichette opera del vignettista ►Stefano Frassetto. Come Simone stesso racconta: “La bellezza delle colline di Monforte, la mia passione per il vino, il calore della terra di Langa. Sentire che avrei potuto tornare a vivere come un tempo, in un ritmo che è dato dalla vigna, ha scatenato in me il desiderio e la volontà di ricreare vigneto là dove già c’era. La ricerca, il rispetto, l’accettazione e la valorizzazione del territorio, con i suoi delicati equilibri, naturali e umani insieme, mi hanno guidato in questa scelta e definiscono il carattere dei miei vini”.
“Il momento della raccolta, carico di emozioni e fatiche, ma così bello da condividere che si trasforma in una grande festa, è il frutto dell’impegno di un intero anno e della benevolenza del cielo e apre ai lavori in cantina. Una vinificazione naturale con travasi fatti al momento opportuno e un affinamento lento, senza necessità di filtrazioni, permettono poi l’evoluzione armoniosa dei miei vini.”.
E ha ragione, nei suoi vini tutto questo è reale, palpabile, raccontano fedelmente il connubio fra l’uomo e la vigna, non ci sono forzature né percorsi prestabiliti, il vino estrae dal cilindro la sua natura, conquistandomi senza difficoltà, ad ogni sorso.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Barbera d'Alba Sarsera2008da 10 a 15 euro@@@@
Barbera d'Alba Sarsera2010da 10 a 15 euro@@@@
Barolo Chirlet2005da 25 a 50 euro@@@@@
Barolo Chirlet2007da 25 a 50 euro@@@@
Barolo Chirlet2008da 25 a 50 euro@@@@@
Barolo Chirlet2009da 25 a 50 euro@@@@
Barolo Chirlet2010da 25 a 50 euro@@@@@
Dolcetto d'Alba Viglioni2010da 7,50 a 10 euro@@@
Dolcetto d'Alba Viglioni2013da 7,50 a 10 euro@@@@
Langhe Nebbiolo Autin 'd Madama2008da 15 a 25 euro@@@@
Langhe Nebbiolo Autin 'd Madama2011da 15 a 25 euro@@@@

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani