Sheep 2012

Degustatore: Chiara Pugina Valutazione: @@@@
Data degustazione: 07/2013


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: coda di pecora
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: IL VERRO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Il vitigno Coda di pecora è ancora in fase di sperimentazione. Della pratica se ne occupa in prima persona l’agronomo Angelo Silano che, non appena verranno raggiunti i requisiti, ne chiederà il riconoscimento. La prima annata prodotta in purezza è stata la 2011, con solo 600 bottiglie. Il recupero effettivo di questo vitigno che i locali davano per perso, nonostante fosse rimasto qualche filare, è iniziato tra il 2007 e il 2008 con le barbatelle ottenute in vivaio e con altri innesti su piede di vite americana. È stato vendemmiato tardivamente nella prima settimana di ottobre e proviene da quell’unica porzione di terra che, a differenza delle altre più scure e ferrose, è ricca di scheletro e gesso. Il vino si apre al bicchiere con un’intensità floreale di petali bianchi e un registro principalmente minerale chiaro, con richiami nettamente gessosi. La mandorla fresca fa da apripista alle erbe aromatiche, con salvia e rosmarino in primo piano, accompagnate da profumi fruttati di mela e pesca acerba a polpa bianca. All’assaggio, a causa del recente imbottigliamento avvenuto solo i primi di giugno, ci appare un po’ scalpitante, l’acidità presente in grande quantità deve ancora trovare la sua dimensione, ma la spinta minerale e i ritorni coerenti delle erbe aromatiche si allungano, circondati dalla sapidità, verso una chiusura pulita e piacevolmente amaricante. Fresco e stuzzicante, merita di essere premiato per le sue doti di longevità evidenti e l’ottima bevibilità. Squisito accompagnamento per piatti a base di pesce azzurro, si sposa bene anche con formaggi delicati a pasta molle.

RECENTI

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani