Rossese di Dolceacqua Superiore 1999

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@
Data degustazione: 05/2001


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: N/A
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: FORESTI – Azienda Vitivinicola Foresti
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: N/A


Esame visivo: Limpido-cristallino, di colore rosso rubino-granato di buona trasparenza (la poca presenza di colore è caratteristica del vitigno Rossese). Tendente al consistente. Esame olfattivo: Presenta un’intensità e una persistenza medie; il ventaglio di profumi è caratteristico della tipologia, con note floreali che ricordano la rosa e la viola, frutti di bosco quasi sotto spirito; si percepisce una certa pungenza alcolica; dopo ulteriore ossigenazione emergono lievi sentori di cuoio e tabacco. La qualità è fine. Esame gustativo: Secco, caldo, anche al palato si sente la presenza di un leggero squilibrio alcolico-acido che provoca un certo pizzicore. E’ quasi intenso, ancora alla ricerca dell’equilibrio ottimale; i tannini sono abbastanza fini e contenuti. La persistenza è buona con il caratteristico finale amaricante (qui più marcato che negli altri due Rossese). La qualità si conferma fine. Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: E’ da verificare se questo leggero squilibrio può assestarsi con il tempo e lasciare spazio ad una maggiore godibilità d’insieme. Si tratta comunque di un vino assolutamente ben fatto e degno d’interesse.

RECENTI

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

  • Prosecco Brut

    Prosecco Brut

  • VIGNA BELVEDERE

    VIGNA BELVEDERE

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani