Roncha 2010

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 11/2011
Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: garganega 50%, pinot grigio 20%, trebbiano di Soave 20%, durella 10%
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: FATTORI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro
Il nome deriva dalla collina di origine vulcanica di Roncà, dove dimorano i vigneti ad un’altitudine che varia dai 250 metri della garganega ai 500 metri del trebbiano. Frutto di un assemblaggio di pinot grigio, raccolto a fine agosto, trebbiano di Soave e garganega raccolte attorno al 20 settembre, e durella a metà ottobre. Per preservare la massima qualità e integrità le uve vengono raccolte a mano e trasportate in piccole cassette, poi lavorate lo stesso giorno; la fermentazione e la successiva maturazione avvengono parte in acciaio e parte in rovere. La versione 2010 ci regala un bel colore paglierino intenso e luminoso, bouquet di una certa intensità che spazia dalla lavanda alla camomilla, dalla susina al cedro, con intermezzi vegetali di melissa e santoreggia. Grande freschezza in bocca, vino che parte di slancio mostrando tutta la sua verve giovanile, i toni agrumati spiccano senza però aggredire le sensazioni, che già ora si mostrano in buon equilibrio. Il finale richiama una leggera espressione vanigliata. Lasciatelo riposare per un altro anno e potrebbe stupirvi. Vicino alla quarta chiocciola.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani