Roero Giovanni Almondo Riserva 2009

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 01/2013


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: ALMONDO GIOVANNI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


La riserva dovrebbe essere un vino prodotto solo nelle grandi annate, un po’ come nel lavoro lo straordinario dovrebbe essere richiesto solo in casi particolari e non abitualmente. Ma viviamo in un mondo poco equilibrato e saggio, per cui non c’è da stupirsi se lo straordinario è spesso un fatto quotidiano e se le riserve “cicciano” in molte aziende anno dopo anno per essere sempre sul mercato. C’è da dire che dal 1999 in poi, annate non all’altezza ce ne sono state davvero poche, e non dappertutto, sicuramente la 2002 non ha potuto offrire la materia necessaria a fare un grande vino longevo, e la 2003 ha messo a dura prova molti produttori per via della siccità prolungata, ma per tutte le altre si può dire che è stato un periodo fortunato. Domenico Almondo ha prodotto un’ottima riserva 2009, poco più di 2.000 bottiglie, ma ne valeva la pena. Il calice si colora di rosso granato intenso, profuma di ciliegie, menta, rose macerate, venature balsamiche, una speziatura raffinata dove si danno il cambio note di cacao, sottobosco, liquirizia e una punta di polvere da sparo. Al gusto rivela una materia ricca di sapore, fresca, con un tannino rigoroso ma di grana finissima, ripropone balsamicità e speziatura fine con chiusura su cacao e liquirizia. Al momento si sente che è solo all’inizio del cammino, del resto è una riserva, ma di qualità indiscutibile e merita un riconoscimento per le sicure potenzialità evolutive, il tempo gli darà piena ragione.

RECENTI

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

  • Pachàr 2016

    Pachàr 2016

  • FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

    FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani