Ribolla Gialla Spumante Brut

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 12/2008


Tipologia: Vdt bianco spumante
Vitigni: ribolla gialla
Titolo alcolometrico: 11,5 %
Produttore: POGGIOBELLO Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


La Tenuta Poggiobello, che dispone di 110 ettari vitati, per la maggior parte terrazzati, si trova nella località omonima in prossimità del comume di Oleis di Manzano. L’azienda fa parte del gruppo Genagricola, un colosso da 750 ettari vitati dislocati in Friuli, Veneto, Piemonte, Romagna e Lazio. Queste cifre indurrebbero a pensare che la quantità possa avere un peso maggiore della qualità, ma sarebbe una supposizione alquanto approssimativa, poiché anche le grosse realtà possono lavorare bene, godere di terreni vocati e perseguire una filosofia moderna ma pur sempre legata al territorio e alla sua cultura. Ne è la prova questa Ribolla Gialla spumantizzata con Metodo Charmat, un vitigno che fonda le sue radici proprio nel Friuli, conosciuta già nel XII secolo come Rabiola del Collio e, a detta di un ampelografo, potrebbe essere l’Avola, importata dai Romani. Non sono molti i produttori che la spumantizzano, mi vengono in mente Collavini, Colutta e la Cantina di Cormòns. Questa versione viene ottenuta dalla pressatura a 0,7 atm. delle uve, a cui segue la decantazione statica del mosto fiore che viene fatto fermentare a temperatura controllata in vasche di acciaio inox. Successivamente avviene la presa di spuma in autoclave ad una temperatura di 13°C che si protrae per circa 4 settimane. Poi inizia la vera e propria maturazione ed affinamento in autoclave completata da periodiche agitazioni dei lieviti sulla feccia (remuage) per un periodo minimo pari a 10-12 mesi. Chiude con l’affinamento in bottiglia per almeno due mesi. La spuma non manca nel versarlo nel calice, così come il perlage è continuo e composto da numerose colonnine di bollicine di piccola dimensione, segno di un ottimo lavoro che potrebbe farlo confondere con uno champenois. Il colore è un paglierino medio, brillante, con leggere venature verdoline, il bouquet ben espresso e orientato soprattutto ad un vivace fruttato di pesca bianca, mela verde, fiore di sambuco e agrumi gialli, con qualche nuances floreale. In bocca ha una buona corrispondenza, leggero residuo zuccherino, il frutto è piacevole con ritorni di pesca, susina e uva bianca matura, con finale di buona persistenza e leggermente sapido. Un buon prodotto che si presta bene sia da solo che a tutto pasto.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani