RABINO – Azienda Vitivinicola Marco Rabino

Indirizzo: Via San Pietro, 28 – 14040, Montaldo Scarampi(AT)
Telefono: +39 0141 953306
Fax: +39 0141 953941
WWW: www.rabinomarco.com
Email: info@rabinomarco.com


laVINIum – 01/2011
L’azienda Rabino si trova nel cuore dell’Astigiano, per la precisione a Montaldo Scarampi, pochi chilometri a sud del capoluogo. Qui regnano incontrastati barbera e grignolino, i due vitigni coinvolti nelle rispettive denominazioni d’origine. Quattro ettari vitati all’80% con barbera e per la restante parte grignolino e sauvignon blanc, quest’ultimo contribuisce alla produzione dell’unico bianco di casa Rabino, il Monferrato Bianco Sialé. Le vigne sono state impiantate tutte in epoca post fillosserica e per la maggior parte sono ancora quelle originarie, piante vecchie che producono poco, ideali per ottenere risultati di qualità elevata.
Ci sono all’attivo anche nuovi progetti di incremento fondiario con fittezze d’impianto maggiori (4.000 ceppi/ettaro), con potature corte mantenendo il classico sistema di allevamento a spalliera, tipico della zona. In vigneto, pur utilizzando in caso di necessità trattamenti antiparassitari, questi vengono effettuati applicando i più recenti regolamenti europei che impongono precise limitazioni all’uso di prodotti chimici; in ogni caso una centralina meteorologica, installata proprio di fronte alle vigne, consente di monitorare il clima e gestire al meglio gli eventuali interventi.
La conduzione aziendale è tutta in mano alla famiglia Rabino: Marco ha il ruolo principale, supportato dai genitori Fiorenzo e Teresa. La vendemmia viene effettuata manualmente, l’uva viene portata in cantina e pigiata in maniera soffice, poi passa in vasca d’acciaio dove fermenta una settimana per il grignolino e 12-13 giorni per il barbera. Successivamente si eliminano le vinacce e il vino effettua la fermentazione malolattica. Le barbere vengono proposte sotto due diverse denominazioni: Barbera del Monferrato e Barbera d’Asti, alla quale si aggiunge la selezione denominata Castlé.
Ed è proprio di quest’ultima che vi vogliamo parlare, poiché dall’anno passato Marco Rabino ha lavorato a fondo per ottenerne una versione senza l’aggiunta di solfiti (infatti si distingue dall’altra proprio perché in etichetta è specificato “senza solfiti”). Questo significa che il livello di solfiti presente in questo vino è bassissimo, ovvero è quello prodotto naturalmente in fase di fermentazione, che in questo caso è inferiore a 10 milligrammi per litro (anidride solforosa totale), va sottolineato che l’altra Barbera d’Asti Castlé ha comunque un valore di solforosa totale molto basso, 60 mg/l, al di sotto del limite imposto dalla normativa per l’agricoltura biologica (80 mg/l). Ambedue le versioni sono state vinificate e maturate esclusivamente in acciaio. I risultati li potete leggere qui.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Barbera d'Asti Castlé2009da 10 a 15 euro@@@
Barbera d'Asti Castlé Senza Solfiti2009da 10 a 15 euro@@@@

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani