PODERI DELLE MURA

Indirizzo: Via Aprilia, 82 – 70022, Altamura(BA)
Telefono: +39 338 3370535
Fax:
WWW: www.poderidellemura.it
Email: info@poderidellemura.it


laVINIum – 01/2017
Avevo invitato Vito Calia a Terre di Vite, la sua storia mi aveva incuriosito e speravo di poterlo conoscere direttamente all’evento che ogni anno Barbara Brandoli organizza con la mia collaborazione. Purtroppo a novembre i vini di Vito non erano ancora disponibili, così l’occasione di una sua partecipazione è rimandata al 2017. Intanto però posso raccontarvi del Donalìa, uno dei due vini attualmente prodotti, ma prima ci tengo a dirvi qualcosa su Vito, la sua storia rappresenta un esempio di grande amore per la terra e la vite e merita di essere raccontata.
Nato nel 1970 e figlio di contadini, grazie al padre Donato, appena chiuse le scuole con lui andava in campagna tra i filari dei vigneti, aveva solo 8 anni e tanta voglia di imparare. In quegli anni disponevano di un vigneto a sangiovese allevato a tendone, poi nel 1982 il padre decise di effettuare un nuovo impianto con uve primitivo allevato a spalliera (da cui nasce il Donalìa). L’attività di suo padre era quella di vendere parte delle uve a cantine e clienti privati, mentre l’altra parte veniva vinificata per poi vendere vino sfuso, questi erano gli strumenti economici per la sopravvivenza della famiglia.
Con il nuovo impianto Vito ha iniziato ad avere un ruolo importante, per lui è stato una vera e propria “scuola di vite”, la passione lo ha spinto a farne una scelta di vita. Gli anni successivi sono stati costellati di eventi che hanno condizionato non poco le scelte di Vito, da una parte la morte della mamma nel 1995, dall’altra la necessità di interrompere gli studi alla Facoltà di Architettura di Bari, ciò nonostante ogni fine settimana era in campagna a lavorare.
Ma le pressanti esigenze economiche lo hanno spinto a cercare un altro lavoro, presso un’agenzia immobiliare a circa 45 Km da Altamura, e dopo 9 mesi con un suo collega ed amico è riscito ad aprire una propria agenzia, con la quale ha svolto l’attività per circa 19 anni, fino al 2012, senza mai abbandonare il lavoro in campagna.
Nel 2003 anche il papà è venuto a mancare, così Vito, con l’aiuto fondamentale di sua moglie Cecilia, acquista le terre a lei intestate, con l’obiettivo di produrre finalmente propri vini. La svolta avviene nel 2015, approfittando dell’OCM vino, Vito ha estirpato il tendone di uva sangiovese ed ha realizzato un nuovo impianto di uva primitivo a spalliera, che gli permetterà di aumentare la produzione vinicola disponendo di 3 ettari vitati.
Pur non essendo certificato biologico, Vito non usa concimi né pesticidi ma nei casi necessari rame e zolfo, i vigneti vengono nutriti con sostanza organica prodotta naturalmente con l’inerbimento spontaneo, che in tarda primavera viene trinciato insieme ai sarmenti prodotti dalla potatura invernale, metodologia che sta portando ottimi risultati, tant’è che il vigneto ha raggiunto in piena salute i 35 anni di vita.
I vini attualmente prodotti sono l’Elce e il Donalìa.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Donalìa2015da 15 a 25 euro@@@@

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani