Pinot Bianco 2006

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@
Data degustazione: 02/2008


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: pinot bianco
Titolo alcolometrico: 14,5 %
Produttore: TIARE – ROBERTO SNIDARCIG
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Come per il Tocai Friulano, anche il Pinot Bianco subisce una fermentazione in botti di rovere ma per la totalità delle uve. Trattandosi dell’ultimo bianco assaggiato, possiamo dire che la criomacerazione ha effettivamente un impatto maggiore sui profumi varietali, mentre la fermentazione in legno sembra dare meno slancio nell’impatto iniziale, ma dopo una buona ossigenazione i vini si aprono ed esprimono una maggiore personalità. Il colore è un bel giallo paglierino intenso e luminoso, con leggere sfumature verdoline; i profumi si schiudono poco alla volta mostrando una gamma cromatica molto interessante e piacevole, si percepiscono la pesca e la susina bianche, ribes bianco, pera kaiser, fieno, fiori di campo. In bocca si percepisce l’alcolicità e la struttura, ma emergono soprattutto una spinta fresca e sapida che avvolgono il frutto intenso e prolungato, con una nota delicatamente amarognola nel finale che stimola la beva. Vino di impatto deciso che può dare il meglio di sé a temperatura non troppo fredda, tra i 13 e i 14 gradi, ottimo compagno per piatti di buon spessore come terrine di selvaggina da piuma, carpaccio di manzo, gnocchi al ragù bianco di coniglio, bistecca di tonno alla griglia, capitone allo spiedo.

RECENTI

  • Masseria Cacciagalli 2012

    Masseria Cacciagalli 2012

  • Mille 2015

    Mille 2015

  • Sphaeranera 2015

    Sphaeranera 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani