Pignatello 2007

barpignaDegustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 06/2010


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: perricone
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: BARRACO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Nel mare infinito di vitigni che albergano in Italia, l’origine del pignatello, che non è altro che il perricone, rimane tuttora incerta. Quello che è però molto probabile, il sinonimo pignatello potrebbe derivare dalle terre rosse (pignatidare) con cui nel trapanese si usava produrre le pignatte, ovvero il pentolame di terracotta utilizzato in cucina. Questa varietà a bacca rossa è coltivata prevalentemente nella zona occidentale della Sicilia, in provincia di Trapani e in minor misura nelle province di Palermo, Agrigento e Messina. Nino Barraco produce questa versione in purezza, seguendo le stesse metodologie applicate a tutti i suoi vini, orientate a preservare ed esaltare le caratteristiche varietali, senza interventi di chiarifica o stabilizzazione, con fermentazioni spontanee tramite lieviti indigeni, niente uso del legno ma solo acciaio. Le uve sono state raccolte all’inizio della terza decade di settembre, come sempre a mano. Venerdì 9 aprile a Cerea, in occasione dell’evento Vino Vino Vino 2010, ho avuto modo di degustare anche l’annata 2008, ovviamente giovanissima ma molto utile per fare un confronto. Colpisce subito al naso per il bouquet piuttosto atipico per un vino rosso, spiccati profumi marini invadono subito i sensi, viene in mente il riccio di mare, l’alga, certe sensazioni che a volte si percepiscono sul bagnasciuga, ma poi non mancano i frutti rossi, fra mora di rovo e amarena, toni leggeri di cacao e china, sfumature di liquirizia ed erbe mediterranee. Al palato si annuncia con impeto, polpa succosa e slancio sapido avvolgono subito le pareti della bocca, una freschezza precisa e un tannino virile ma compiacente rendono la beva quasi entusiasmante, è un rimbalzare di piaceri fitti e continui, grazie anche ad una persistenza lunga e lineare, gustosa, stimolante. Inutile resistere all’impulso di ripetuti assaggi.

RECENTI

  • Malanotte del Piave Notti di Luna Piena 2013

    Malanotte del Piave Notti di Luna Piena 2013

  • Romagna Sangiovese Superiore I Quattro Bastioni 2018

    Romagna Sangiovese Superiore I Quattro Bastioni 2018

  • Romagna Albana Secco Belladama 2019

    Romagna Albana Secco Belladama 2019

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2020 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati
È vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani