PICÉCH – Azienda Agricola Picéch Roberto

Indirizzo: Località Pradis, 11 – 34071, Cormòns(GO)
Telefono: +39 0481 60347
Fax: +39 0481 629577
WWW: www.picech.it
Email: info@picech.it


laVINIum – 05/2011
La storia della famiglia Picéch trova i suoi albori nel 1920, quando i nonni di Roberto si trasferiscono a Pradis per lavorare come mezzadri dai nobili De Savorgnan, una famiglia di proprietari terrieri molto nota localmente. Passano gli anni e la successiva generazione, vede come protagonisti Egidio, sopranominato il “Ribel” per la sua indole battagliera ed energica, e Jelka dolce moglie che regalerà alla famiglia i nuovi sorrisi delle figlie Lida, Bruna e del terzogenito Roberto.
Gli anni del dopoguerra sono difficili e duri, ma sono anni dove c’era voglia di rinascere e di costruire un futuro migliore per sé e per le nuove generazioni, ed è così che nel 1963 i Picéch decidono di rilevare la proprietà dell’azienda agricola ed iniziare quel processo di trasformazione che li porterà a dedicarsi quasi esclusivamente alla produzione vinicola.
Roberto entra in scena da protagonista nel 1989, quando prende in mano le redini dell’azienda, iniziando a dare un’impronta personale al modo di lavorare in vigna e in cantina, ponendo le basi per quello che oggi rappresenta il suo sogno compiuto, un’azienda efficiente che nel rispetto della natura e delle sue leggi è in grado di produrre degli ottimi vini.
Il trascorrere del tempo e della vita ha poi portato molte novità in famiglia. Infatti, colonna portante dell’azienda è diventata la moglie Alessia che dà il suo preziosissimo aiuto nelle varie attività e al tempo stesso fa da amorevole mamma ai due nuovi piccoli arrivati, Athena e Ruben. Ad oggi, l’azienda può contare su circa 7 ettari vitati (5 a Pradis e 2 a Cormons) che oltre godere di un terreno ideale per la coltivazione della vite, immerso nella natura e circondato dai boschi, può beneficiare di un microclima e di un’insolazione perfetta che farebbero la felicità di qualsiasi viticoltore (e magari anche di qualche amante della tintarella perenne).
Il codice etico e professionale che si è imposto Roberto, prevede il massimo rispetto per la natura in ogni lavorazione in vigna. Non vengono usati diserbanti e le concimazioni sono dosate con scrupolo intervenendo solo quando strettamente necessario. L’obiettivo è quello di portare in cantina delle uve sane e di elevata qualità, unica strada possibile per ottenere vini di assoluto pregio che possano anche durare nel tempo. Dopo la vendemmia, le uve sono accolte nella nuova e funzionale cantina interrata, operativa dal 2006, una struttura moderna a sezione circolare, posta su due piani. Un progetto moderno che però si è posto come obbiettivo principale, quello di rispettare la filosofia produttiva di Roberto creando al tempo stesso un habitat ideale per poter lavorare con cura ed efficienza.
Le uve giungono velocemente a destinazione dopo la raccolta, vengono disparate e ritornano al piano superiore, dove ci sono botti in legno pronte ad accogliere i mosti per le fermentazioni e le varie macerazioni che verranno scrupolosamente pianificate. La successiva svinatura avviene a caduta, senza utilizzo di pompe e senza stress per il vino, pronto poi ad affrontare la maturazione e l’affinamento nei vari legni o nei contenitori in acciaio.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Collio Bianco Jelka2001da 10 a 15 euro@@@@

RECENTI

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

  • Prosecco Brut

    Prosecco Brut

  • VIGNA BELVEDERE

    VIGNA BELVEDERE

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani