OCONE – Azienda agricola Monte

Indirizzo: Via Monte – 82030, Ponte(BN)
Tel.: +39 0824 874040
Fax: +39 0824 874328
Sito: www.oconevini.it
Email: admocone@tin.it


laVINIum – 07/2015
Continuiamo volentieri a recensire i prodotti della Ocone Vini, una delle prime aziemde recensite sul nostro sito. Gli anni passano, i vini già ottimi migliorano, e nuove proposte ci vengono segnalate dall’amico Domenico Ocone, l’unico viticoltore che quando lo andiamo a trovare ci offre un buon caffè! 🙂

10/2001
Vini da agricoltura biologica dall’Azienda Ocone, certificata dall’AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica). Azienda situata nel cuore dell’antico Sannio, in provincia di Benevento, dove la vocazione enoica, consolidatasi nel tempo, è incoraggiata da condizioni ambientali particolarmente favorevoli, quali i leggeri declivi, il clima mite con un giusto grado di umidità e le molte giornate di sole all’anno.
Nel Comune di Ponte, sin dal 1910, la famiglia OCONE, si è dedicata all’enologia con un impegno crescente, credendo nel prodotto vinicolo della zona, selezionando le qualità di antichi vitigni, esaltandone caratteristiche e tipicità, nel rispetto dell’ambiente e con l’adozione di sistemi di coltivazione biologica.
L’acquisizione continua di innovazioni tecnologiche, unita alla esperienza ed alla passione per il lavoro, portano, anno dopo anno, la produzione aziendale a livelli qualitativi sempre più alti.
L’azienda conduce direttamente il vigneto La Madonnella (circa 10 HA), nel quale si trova la Vigna Pezza la Corte (circa 1 HA) nonché la Vigna del Monaco Morto su di un colle dal fronte di un ettaro, a terrazze.
Inoltre ritira uva da altri 25 ettari circa di conferenti abituali a Ponte e nei paesi limitrofi, sempre da vigneti collinari, dove sono usati prevalentemente concimi biologici.
Le varietà d’uva coltivate sono le tipiche della zona, cioè Greco, Falanghina e Coda di Volpe, bianche; l’Aglianico e il Piedirosso, rosse. Da queste uve, vinificate in purezza, si ottengono gli omonimi vini, tutti a Denominazione di Origine Controllata Taburno. Dalla Vigna Pezza La Corte, dal terreno particolarmente calcareo, è selezionato una riserva molto limitata di Aglianico. Dalla Vigna del Monaco Morto, il cui terreno è di origine scistosa, si ricava un cru di Falanghina. Da una selezione di uve di diversi vigneti, con accurati processi di lavorazione, è ottenuto l’Aglianico Diomede, dedicato all’eroe di Omero, mitico fondatore di Benevento.
Fin qui tutti una elencazione dei vini che abbiamo degustato e dei quali Vi proporremo alcune schede organolettiche, non prima di averVi ricordato che l’Azienda produce anche altri vini quali:
– Una discreta Falanghina di base (@), dalla D.O.C. Taburno, fresca, dai sentori floreal-bianchi ed agrumati, quasi asprina, per ben accompagnare in antipasto molluschi e crostacei.
– Lo spumante OCONE BRUT, ottenuto da uve Aglianico, Falanghina e Coda di Volpe, ed elaborato in cantina, con fermentazione in bottiglia, secondo il metodo tradizionale.
– Lo spumante OCONE 2000, da uve bianche locali, ottenuto con il metodo italiano di fermentazione in autoclave.
– Vini a denominazione Solopaca D.O.C., bianco (da uve Falanghina, Trebbiano Toscano e Coda di Volpe), e rosso (da Sangiovese, Aglianico, Piedirosso ed altre uve rosse locali), nonché vini caratteristici e tradizionali del Sannio, quali il Vingiocondo Bianco ed il Vingiocondo Rosso.
Bellissimo il sito aziendale: www.oconevini.it, che la dice lunga sulla lunga esperienza, sul gusto, e sull’attenzione all’immagine dell’Azienda Ocone già dai tempi.
Aldilà dei giudizi numerici espressi, già più che gratificanti, abbiamo trovato tutti i vini inviatici ottimi. Ottimo compromesso tra l’orgoglio bucolico di queste parti ed il gusto internazionale. Siamo nel Beneventano ed è da poco tempo che si sta attenti ai dettami del gusto internazionale, mettendoli nel conto pur senza seguirli ciecamente (non ci pare di aver elencato tra i vitigni allevati dall’Azienda, vitigni cosidetti internazionali, né di aver trovato eccessivi profumi di barrique nei vini in cui di tale contenitore viene fatto uso. Ricordiamo, della nostra giovinezza, bottiglie di Ocone inizio anni ’80 con il tappo a vite ed anche con il tappo corona… vini franchi e sinceri, sicuramente ruspanti, ma già con struttura da vendere, da gran vino. Bene così, è il messaggio che inviamo ai responsabili della conduzione aziendale Domenico Ocone e Luigi Pastore. Da un anno all’altro premieremo il raggiungimento dell’eccellenza di qualcuno tra i vini di questa cantina.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Aglianico del Taburno1996da 5,00 a 7,50 euro@@
Aglianico del Taburno1997da 5,00 a 7,50 euro@@@
Aglianico del Taburno1998da 7,50 a 10 euro@@@
Aglianico del Taburno Diomede1996da 10 a 15 euro@@@
Aglianico del Taburno Diomede1997da 7,50 a 10 euro@@@@
Aglianico del Taburno Vigna Pezza la Corte1996da 7,50 a 10 euro@@@@
Aglianico del Taburno Vigna Pezza la Corte2008da 15 a 25 euro@@@
Falanghina del Sannio Taburno Vigna del Monaco2013da 10 a 15 euro@@@@
Oca bianca2013da 7,50 a 10 euro@@@@
Sannio Taburno Piedirosso Calidonio 2012da 10 a 15 euro@@@@
Taburno Coda di Volpe2000da 5,00 a 7,50 euro@@@
Taburno Falanghina2000da 5,00 a 7,50 euro@@
Taburno Falanghina Vigna del Monaco1999da 7,50 a 10 euro@@@@
Taburno Falanghina Vigna del Monaco2000da 7,50 a 10 euro@@@@
Taburno Greco1998da 5,00 a 7,50 euro@@@
Taburno Greco2000da 5,00 a 7,50 euro@@@
Taburno Piedirosso2000da 5,00 a 7,50 euro@@
Taburno Piedirosso Calidonio2001da 10 a 15 euro@@
Taburno Piedirosso Calidonio2001da 10 a 15 euro@@@

RECENTI

  • Esperides Syrah 2016

    Esperides Syrah 2016

  • Sicilia Nero d’Avola – Syrah 2013

    Sicilia Nero d’Avola – Syrah 2013

  • Sicilia Esperides Nero d’Avola 2017

    Sicilia Esperides Nero d’Avola 2017

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani