Nero d’Avola 2005

barner05Degustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@
Data degustazione: 06/2010


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: nero d’Avola
Titolo alcolometrico: 15 %
Produttore: BARRACO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Probabilmente qualcuno si domanderà perché, invece di parlare delle nuove annate dei vini rossi, preferisco raccontarvi di quelle che hanno passato qualche anno in bottiglia. La ragione è molto semplice, nonostante il Nero d’Avola, come tutti i vini di Barraco, non abbia fatto neanche un giorno di maturazione in legno, è un vero infanticidio aprire oggi un 2007, sebbene sia già ampiamente coinvolgente. Quello che posso dirvi è che a marzo, quando li ho degustati a Cerea, il 2008 appariva salmastro, terroso, con acidità e tannino che scalpitavano e chiedevano tempo per fondersi con la polpa, mentre il 2007 si offriva classico, segnato da frutti scuri, toni fumé e un maggiore equilibrio al gusto, ma comunque all’inizio del suo percorso espressivo. Con la 2005, invece, possiamo dire che si sta già delineando una trama di notevole complessità, presenta un colore rubino intenso con riflessi granati, accostato al naso afferma la sua natura selvatica nei toni decisi di macchia mediterranea e cuoio, che si fondono a prugna e amarena mature, liquirizia, leggera grafite, tabacco, terra umida. La bocca mostra una struttura importante e un tannino nervoso ma ben fatto, senza toni amari, una bella polpa fruttata perfettamente sostenuta da un’acidità vivace, una sapidità netta che fa da contraltare a sfumature di cacao. Niente legno eppure una bella profondità espressiva e un carattere dai tratti longevi e rassicuranti.

RECENTI

  • Maru Rosso

    Maru Rosso

  • Erbaluce di Caluso Passito Talin 2013

    Erbaluce di Caluso Passito Talin 2013

  • Igitì 2017

    Igitì 2017

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani