Moscato d’Asti 2012

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 12/2013


Tipologia: DOCG bianco spumante
Vitigni: moscato giallo
Titolo alcolometrico: 5,5 %
Produttore: DOGLIOTTI 1870
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Non lo nascondo, non sono mai stato un amante dei vini spumanti dolci, questo anche perché è un ambito in cui la produzione a livello industriale ha segnato profondamente il mercato con vini non proprio meritevoli, fatti in serie e con ben poco da raccontare. Ovviamente, all’interno di questo mondo esistono altre realtà, piccole produzioni attente maggiormente alla qualità e ad ottenere vini che esprimano al meglio le caratteristiche dei vitigni aromatici che li compongono. Il moscato giallo è il simbolo dello spumante bianco dolce piemontese, che in questa versione dei Dogliotti è molto convincente. Al colore paglierino delicato e lucente, fa seguito un intenso aroma di fiori d’arancio e tiglio, pesca gialla, albicocca, susina, leggero cedro, mela limoncella. Al palato è apprezzabile per la dolcezza misurata, che non stanca grazie anche ad un’ottima freschezza e alla presenza carbonica che ne esalta l’aromaticità. Un Moscato d’Asti che mi sembra davvero riuscito e che non mi lascerei sfuggire in occasione del vicinissimo periodo natalizio.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani