Monteregio di Massa Marittima Rosso Sessanta 2011

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 06/2015


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: sangiovese 80%, alicante 20%
Titolo alcolometrico: 14,5 %
Produttore: CASTEANI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Dalla lignite alla vite. E già, perché nei terreni della Tenuta Casteani, già a fine ‘800, furono scoperti giacimenti di lignite e carbone, è qui che è nata la Montecatini. A quel tempo l’azienda si chiamava Podere Casa Fabbri e ospitava il direttore, il fattore e i contadini che seguivano la vigna, allora chiamata Vignone. Ancora oggi all’interno della tenuta c’è il Pozzo Nord, che fu necessario per garantire l’aereazione nelle gallerie sotterranee scavate a più di 70 metri di profondità. Dal 2002 l’azienda Casteani ha iniziato un lavoro di recupero dell’intera area circostante per ripristinare la vocazione agricola di un tempo. Il vigneto occupa un’area di 15 ettari, collocati nella stessa area dove quasi cinquanta anni fa fu estirpato il Vignone. A questo sono state affiancate 600 piante di ulivi delle cultivar Leccino, Frantoio e Corregiolo con piante di Pendolino come impollinatori; inoltre 60 ettari di boschi con piante autoctone quali querce, lecci e sughere, garantiscono un eccellente equilibrio dell’ecosistema. L’azienda porta avanti l’agricoltura integrata a basso impatto ambientale, mentre la cantina è stata da poco completamente rinnovata e posizionata su due livelli distinti: al piano inferiore sono collocate le vasche d’acciaio, le botti, le barrique e le giare di terracotta, inoltre è stato realizzato uno spazio chiuso completamente dedicato alla vinificazione della linea di vini senza solfiti aggiunti, dove avviene il processo di sanificazione delle uve mediante l’utilizzo di ozono. Al piano superiore è collocata una sala di 150 mq utilizzata per eventi, mostre e degustazioni. Per me è un vero piacere raccontarvi del Monteregio di Massa Marittima Sessanta, visto che li ho compiuti proprio quest’anno: si tratta di un sangiovese con una quota di alicante, ha trascorso un anno in acciaio e uno in barrique. La versione 2011 rivela una bella tonalità rubino pieno, con un bouquet che spazia da toni di prugna e ciliegia nera in confettura a speziatura fine di cannella, ginepro, vaniglia, pepe e riverberi di macchia mediterranea. All’assaggio rivela un’ottima verve acida che sostiene molto bene il frutto abbondante sottraendogli qualsiasi deriva marmellatosa, la speziatura ritorna senza incedere con troppa enfasi e lasciando un bel respiro al sorso, che scorre in equilibrio grazie anche ad un tannino misuratissimo.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani