Montecarlo Rosso Sassonero 1998

Degustatore: Maurizio Taglioni Valutazione: @@@@
Data degustazione: 02/2002


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: N/A
Titolo alcolometrico: 12,5 %
Produttore: FUSO CARMIGNANI – Gino Fuso Carmignani
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Il vino si firma come una tela d’artista? Si marchia come il bestiame? Sì, l’etichetta è l’etichetta, ma i vini di Gino Carmignani detto “Fuso”, soprannome di famiglia tramandato da generazioni, li si può riconoscere anche a bottiglia mascherata, la firma la portano dentro e la si può leggere insieme con gli occhi col naso e col palato. La firma è del territorio di origine, dei sali contenuti nella terra, dell’aria che vi si respira, del sole che vi splende, e della sapienza secolare del vitivinicoltore che ne trasforma il frutto in vino-frutto. Leggiamola ad esempio su questo Montecarlo rosso, vino “di base” del Gino; “di base” perché basically lui i vini li fa in un solo modo, buoni. Il Sassonero è limpido, rosso rubino profondo e concentrato, scuro, quasi amaranto, visciola succosa sfranta tra le dita, che macchia qualunque cosa ne venga a contatto… ed è visciola sfranta anche all’olfatto, una quantità di frutto non comune che, con l’ossigenazione si scurisce e si confisce, si fa confettura di quelle biologiche senza zucchero, appena speziata dolce di noce moscata ed improfumata di alloro. Al palato anzi, tra lingua e palato ha una struttura polposa, tannino robusto e di ottima qualità, contornato da sensazioni asciutte e morbide al giusto punto. Il finale è di frullato di visciola snocciolata e spolverata di polvere di cacao. E’ un vino che travolge, che coinvolge, che non può passare inosservato, soprattutto ora, nel mondo omologantesi; un vino che a tre anni dalla vendemmia è pronto per essere apprezzato e potrà rimanere tale per almeno anni altrettanti. Da servire a 16÷18° in bicchieri per vini rossi di corpo, accompagnandoli con primi piatti saporosi di pasta e carne, pasta al forno con salame dolce, mozzarella e parmigiano, maccheroni con la gallina, e secondi piatti del luogo, fiorentina o faraona al forno con patate, uno spicchio d’aglio e rosmarino.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani