Menj 2000

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@
Data degustazione: 01/2002


Tipologia: IGT Bianco
Vitigni: pinot bianco, tocai friulano, malvasia istriana
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: TENUTA VILLANOVA
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: N/A


Esame visivo: L’etichetta incuriosisce, se fosse un dipinto farebbe pensare a Morandi, se fosse un film a Fellini… versiamo il vino e lo scopriamo cristallino, giallo paglierino vivace, archetti abbastanza fitti che scendono in lacrime abbastanza larghe/larghe ed abbastanza lente/lente: abbastanza consistente/consistente. Esame olfattivo: Impatto vegetal-floreale, aromatico di salvia, floreale di fiori bianchi di acacia. Poi fruttato di mela golden matura e, con l’ossigenazione miele millefiori ed appena un accenno di cera d’api. C’è qualcosa di dolce nelle sensazioni regalate da questo vino, che è abbastanza complesso e persistente in un quadro di media intensità. Finissimo. Esame gustativo: Secco, abbastanza caldo e con morbidezza ancora più in evidenza della sensazione pseudocalorica dell’alcol. Il tutto è molto ben bilanciato da una spiccata acidità che sembra caratteristica comune a tutti i vini della Tenuta Villanova, ed anche una media sapidità. In bocca si rivela equilibrato, con la vivacità tipica della gioventù ma questa riteniamo sia una sensazione da “cogliere” subito senza aspettare. E’ senz’altro vino di corpo che, nel finale, riconferma le sensazioni olfattive, il fruttato di mela matura che è diventata quasi mela grattata e quella dolcezza di miele che avevamo notato al naso. Ancora finissimo, quasi appagante. Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: Accattivante l’etichetta, dolce e suadente al primo impatto, di stoffa lunga e setosa. Un altro entusiasmante bianco del Friuli che ben coniuga freschezza e dolcezza, facilità di beva ed appagamento dei sensi. Lo berremmo in gioventù entro tre o quattro anni dalla vendemmia, fresco di frigo, stappato al momento e servito in bicchieri a tulipano che ben permettono di apprezzarne i gradevoli profumi. Abbinamenti: Ci può gradevolmente accompagnare a tutto pasto in pranzi e cene a base di pesce. Bene anche con primi piatti in genere e secondi piatti delicati di carni bianche. Formaggi freschi.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani