Matera Rosato Terra Aspra 2015

20160902123131_marino-terra-aspra-rosato-2015-artDegustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@
Data degustazione: 09/2016


Tipologia: DOC rosato
Vitigni: primitivo
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: TENUTA MARINO – Azienda Agricola di Francesco Marino
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Secondo vino dell’azienda di Francesco Marino, questa volta si tratta di un rosato da uve primitivo, la resa di 70 quintali per ettaro testimonia l’importanza che il produttore dà ad ogni suo vino, la qualità deve essere sempre alta. Questa versione è molto classica, beve contatto con le bucce, niente malolattica e niente legno, solo acciaio e un po’ di riposo in bottiglia. Ha un bel colore rosa con sfumatura granata, accostato al naso offre un bouquet improntato sui toni fruttati di ciliegia, fragolina di bosco e lampone, ma anche spunti agrumati e qualche rintocco floreale di rosa. Al gusto ha ottima corrispondenza, una leggerissima nota pepata accompagna il frutto copioso e fresco, delicato apporto tannico e tanta piacevolezza rendono questo rosato davvero appetibile, soprattutto con il clima ancora caldo di questo inizio settembre. Provatelo con antipasti misti, fritture di paranza, ma anche pizze saporite, è un’ottima alternativa alla birra (con il vantaggio che non dà ulteriore gonfiore). Sfiora la quarta chiocciola.

RECENTI

  • Coste della Sesia Nebbiolo Castleng 2015

    Coste della Sesia Nebbiolo Castleng 2015

  • Olevano Romano Cesanese Collepazzo 2014

    Olevano Romano Cesanese Collepazzo 2014

  • Cesanese del Piglio Collefurno 2014

    Cesanese del Piglio Collefurno 2014

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani