Langhe Rosso Diavolisanti 2009

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 01/2015


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: nebbiolo 50%, dolcetto 50%
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: BRICCO DEL CUCU’
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Prendendo spunto da due affreschi quattrocenteschi situati nella chiesa di San Fiorenzo a Bastia Mondovì, l’etichetta del Diavolisanti mostra un particolare dell’Inferno e l’altro del Processo del Santo, a rappresentare due mondi contrapposti: la tradizione piemontese del dolcetto, maturato in botti grandi, e la sfida innovativa del merlot, maturato in barrique. Un confronto che ha dato frequentemente vita a dibattiti e posizioni avverse, e che probabilmente non può avere una risposta risolutiva, se non nell’accettare una possibile “terza via”, ovvero l’unione fra due interpretazioni apparentemente in contrasto. E’ chiaro, quindi, che il Diavolisanti ha caratteristiche diverse dal Dogliani, volutamente, ponendoci di fronte a un confronto che va ad affiancare analoghe unioni come quella fra questo e altri vitigni internazionali con il sangiovese, il nebbiolo, l’aglianico e molte altre varietà appartenenti alla nostra tradizione ampelografica. Al di là di qualsiasi presa di posizione, anche sulla necessità o meno di una simile “prova”, il Diavolisanti è a mio avviso un vino riuscito poiché, nonostante l’evidente influenza del 50% di merlot e l’incedere aromatico portato dalla barrique, non copre ma affianca la personalità del dolcetto, dimostrando che a Dogliani questo vitigno ha un carattere e una struttura tali da consentirgli di emergere anche in un confronto che in altri contesti avrebbe potuto indurlo alla resa. Così percepiamo al naso la morbida suadenza dei toni boisé e i rintocchi di mora e cioccolato da una parte, dall’altra la fragranza della ciliegia e le note di liquirizia e pepe percepite negli altri vini. All’assaggio è la freschezza a equilibrare l’inevitabile rotondità portata dal merlot e dal piccolo legno, rendendo il vino scorrevole, caldo e avvolgente ma non pesante o stucchevole. Insomma un rosso che può trovare sicuramente, e meritatamente, estimatori e affezionati sostenitori.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani