Lacryma Christi del Vesuvio Vigna del Vulcano 2004

Degustatore: Fabio Cimmino
Valutazione: @@@

Data degustazione: 07/2008


Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: coda di volpe, falanghina titolo
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: VILLA DORA
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


Tre mesi di barrique e niente malolattica. Il colore è un giallo carico dai riflessi dorati. Al naso alterna sentori di frutta dolce e matura, tra cui spicca l’albicocca vesuviana, a profumi altrettanto tipici di fiori gialli e macchia mediterranea. Anche in questo caso il calore alcolico è da subito percepibile all’olfatto. In bocca il liquido entra deciso ed occupa letteralmente la cavità orale con la sua invadenza e succosità. L’acidità bilancia molto bene queste sensazioni ed aiuta a dare dinamicità alla prova d’insieme. Chiude seguendo una lunga scia sapida. Sfiora le quattro chiocciole. Lo abbiniamo ad una zuppa di crostacei oppure una classica, semplice quanto saporita, “impepata” di cozze.

RECENTI

  • Masseria Cacciagalli 2012

    Masseria Cacciagalli 2012

  • Mille 2015

    Mille 2015

  • Sphaeranera 2015

    Sphaeranera 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani