GRIMALDI ELIO

Indirizzo: Strada San Pietro,16 – 12054, Cossano Belbo(CN)
Telefono: +39 0141 88345, +39 347 8914538
Fax: +39 0141 88345
WWW: www.vinidoclanghe.com
Email: davide.grimaldi@libero.it


laVINIum – 03/2008
Meno di 30 km a sud-est di Alba sorge Cossano Belbo, uno dei comuni che fanno parte del territorio delle Langhe. L’azienda Grimaldi si dedica da generazioni alla produzione di vino e oggi è seguita dal titolare, Elio, con la moglie Carmela e i figli Davide e Valentina, entrambi diplomati alla Scuola Enologica di Alba.
Fino a qualche tempo fa la famiglia vendeva solo uva e vino sfuso, oggi gran parte dell’uva, proveniente dai 7 ettari di proprietà, viene vinificata, imbottigliata e venduta con il proprio marchio.
La gamma dei vini è per ora limitata a quattro tipologie, il Langhe Dolcetto Temian, il Moscato d’Asti, uno Spumante Brut Metodo Classico e il Langhe Favorita, da cui si ricavano in tutto circa 10.000 bottiglie, ma fra non molto entreranno in funzione nuovi impianti dai quali si otterranno il Dolcetto d’Alba e il Langhe Nebbiolo, quest’ultimo di grande importanza perché consentirà all’azienda di abbracciare una fascia di mercato più.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Langhe Dolcetto Temian2006da 5,00 a 7,50 euro@@@
Langhe Favorita2007da 5,00 a 7,50 euro@@
Moscato d'Astis.a.da 5,00 a 7,50 euro@@@
Spumante Brut Metodo Classico Tradizionales.a.da 7,50 a 10 euro@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani