FRATELLI MURATORI – RUBBIA AL COLLE

Indirizzo: Località Poggetto alle Pulledre – 57028, Suvereto(LI)
Telefono: +39 0565 827026
Fax: +39 0565 827835
WWW: www.arcipelagomuratori.it
Email: rubbia.alcolle@arcipelagomuratori.it


laVINIum – 07/2010
L’inarrestabile quartetto dei fratelli Bruno, Diego, Giorgio e Giuliano Muratori, non si accontenta mai dei numerosi traguardi raggiunti. Tutto ha avuto inizio nel 1999, dall’idea del progetto Arcipelago scaturita da Francesco Iacono, enologo e vicepresidente dell’azienda, che comprende quattro “isole”, ovvero quattro aziende dislocate in territori diversi ma accomunate da una visione storico-tecnico-filosofica: Villa Crespia, sede principale ad Adro nel Bresciano, dove nasce la linea dei Franciacorta; Rubbia al Colle, seconda realtà situata a Suvereto in provincia di Livorno, in piena doc Val di Cornia; la terza azienda è Oppida Aminea, collocata nel Sannio beneventano, ai piedi del Colle Amineo, dove prendono vita i vini a base di fiano, greco, falanghina, coda di volpe e altre varietà tipiche della zona; ultima nata è Giardini Arimei, situata all’isola d’Ischia dove, inutile sottolinearlo, sono le uve che da sempre regnano in questo piccolo paradiso campano, come biancolella, forastera, uva rilla, sal lunardo, coglionara.
Ma come dicevo, in casa Muratori non ci si ferma mai, così ecco nascere a Suvereto (Rubbia al Colle) una nuova linea, TuttoNatura, che sottolinea l’intento di Francesco Iacono di proporre vini non solo di territorio, ma anche nel rispetto dell’ambiente e dell’uomo: nessun antiparassitario di sintesi in vigna né additivi chimici in cantina, niente solforosa aggiunta, fermentazioni spontanee senza aggiunta di lieviti selezionati. Assolutamente fondamentale l’uso di consorzi microbiologici (micorrize, funghi e batteri che naturalmente costituiscono la rizosfera), che favoriscono un maggiore equilbrio della vita microbiologica del terreno, arricchimento di sostanza organica, aumento dell’estensione radicale delle viti (fino a 700-800 volte), maggiore assorbimento radicale di macroelementi (N, P, K) e microelementi presenti nel terreno (anche quelli non accessibili direttamente dall’apparato radicale delle piante stesse), riduzione della necessità di concimazione minerale e del dilavamento, quindi diminuzione dell’inquinamento della falda acquifera, aumento della tolleranza delle viti alla siccità e delle capacità immunitarie, uso di soli microrganismi per la difesa delle piante. Infine, tutte le attività di cantina sono prodotte esclusivamente con l’uso di energia solare.

04/2005
Oppida Aminea è la terza isola del progetto Arcipelago dell’Azienda Agricola Fratelli Muratori.
Il nome della tenuta è dedicato alle viti aminee che, secondo Aristotele, derivano il proprio nome da una popolazione della Tessaglia, che trapiantò questi vitigni nell’Italia meridionale. E’ un omaggio, quindi, al ruolo che il Sannio ha avuto nella diffusione delle uve di qualità nel mondo occidentale.
Cinquanta ettari di proprietà, dei quali trentacinque coltivati a vigneto, per produrre vini bianchi strutturati, o meglio, “gialli”, come li definisce l’enologo e direttore generale della cantina, Francesco Iacono.
I vini nascono ai piedi del Colle Amineo, una dolce collina inserita in un paesaggio aspro, impenetrabile e verde: un vino da uvaggio, il Morgento, che racchiude in sé tutti i vitigni di matrice sannita, uniti armonicamente, ed un greco in purezza, il Caucino, fiero, corposo e speziato.

03/2005
Giardini Arimei è la quarta isola dell’Arcipelago Muratori, un progetto nato con una precisa impostazione sin dal suo inizio, basato sulla volontà di considerare il vino come risultato del territorio, di cui il vigneto è una delle espressioni assieme ai valori sociali, storici ed ambientali.
La tenuta dell’isola d’Ischia è costituita da 8 ettari situati nel comune di Forio. La proprietà comprende, oltre ai vigneti, anche ruderi di strutture scavate originariamente nel tufo verde, che costituivano un insediamento vinicolo di notevole valenza economica nel passato dell’isola. Proprio in una di queste strutture, una cantina seicentesca di tufo verde, sono state installate le attrezzature della cantina aziendale, recuperando così l’antica struttura alle sue funzioni originarie.
Ad Ischia l’Azienda Agricola Fratelli Muratori produce un vino da conversazione ottenuto da uve surmature, raccolte in autunno in vigneti piantati nei caratteristici terrazzamenti della viticoltura eroica delle isole del Mediterraneo.
Parallelamente allo sviluppo del Progetto Arcipelago, la Fratelli Muratori ha stabilito un rapporto con le locali Cantine Pietratorcia: un rapporto che si è concretizzato nella realizzazione di un vino molto interessante, a nostro avviso tra i migliori vini ischitani, ottenuto anch’esso da vitigni locali coltivati sui terrazzamenti tipici dell’isola.

12/2002
L’azienda dei Fratelli Muratori, sin dalla sua recente costituzione, persegue un ambizioso obiettivo, battezzato “Progetto Arcipelago”, che ha come scopo quello di unificare, da un punto di vista storico-tecnico-filosofico, le diverse realtà vitivinicole di zone geograficamente distanti. Le motivazioni profonde che spingono Bruno, Diego, Giorgio e Giuliano a questa ambiziosa impresa, sono quelle di ottenere da ogni “isola vinicola”, la migliore qualità possibile, esaltandone al massimo le caratteristiche pedoclimatiche e ampelografiche, lavorando principalmente sui vitigni che ne rappresentano l’unicità e autenticità espressiva.
La sede principale, Tenuta Villa Crespia, risiede in Franciacorta, culla ideale per la produzione di grandi vini; altra realtà già in produzione è la Tenuta Rubbia al Colle, situata nella zona maremmana di Suvereto. A breve saranno attive anche la Tenuta Giardini Arimei, a Ischia, e la Tenuta Oppida Aminea nel Sannio.
Inoltre l’azienda Muratori collabora con le Cantine di Pietratorcia per la produzione di un vino bianco ischitano, denominato Parracine, da uve Biancolella, Forastera e altre autoctone a rischio di estinzione.

 

 

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Rubbia al Colle N°02000da 15 a 25 euro@@@
Tutto Natura Sangiovese Rubbia al Colle2008da 10 a 15 euro@@@
Val di Cornia Rosso Usilio Rubbia al Colle2003da 15 a 25 euro@@@@
Val di Cornia Suvereto Rumpotino in Barricoccio Rubbia al Colle2004da 15 a 25 euro@@@
Val di Cornia Suvereto Rumpotino Rubbia al Colle2003da 10 a 15 euro@@@
Val di Cornia Suvereto Sangiovese Barricoccio Rubbia al Colle2010da 10 a 15 euro@@@@
Val di Cornia Suvereto Vigna Usilio Rubbia al Colle2003da 15 a 25 euro@@@@

RECENTI

  • Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

    Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

  • POGGIO DEI GORLERI

    POGGIO DEI GORLERI

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani