Frascati Superiore Campo Vecchio 1999

camdepDegustatore: laVINIum Valutazione: @@@@

Data degustazione: 06/2001

Tipologia: DOC Bianco

Vitigni: malvasia puntinata, bellone, trebbiano toscano, bonvino, grechetto, passerina, romanesca, cacchione, malvasia di Candia

Titolo alcolometrico: 13 %

Produttore: CASTEL DE PAOLIS

Bottiglia: 750 ml

Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro

Esame visivo: Cristallino, giallo paglierino intenso con bellissimi riflessi verde-oro, archetti abbastanza fitti che scendono con lacrime larghe e lente: abbastanza consistente/consistente. Esame olfattivo: Impatto intenso così come il colore, persistente e complesso, inizialmente di fiori bianchi quali acacia ed anche grassi quali gelsomino e fiori d’arancio, poi viene fuori il fruttato, dapprima l’agrumato dolce di cedro, poi sentori di frutti tropicali come ananas maturo e banana. Gentilezza e dolcezza dell’olfatto, ci ricordano anche il miele millefiori. Infine il vino si apre a sentori aromatici di erbe aromatiche quali salvia, mentuccia e timo. L’impressione che ne scaturisce è di un vino complesso e di grande spessore. Il contesto è intenso ma anche finissimo, rasenta l’eccellenza. Esame gustativo: Secco, abbastanza caldo e di medio/alta morbidezza come ci si aspettava già dallo spessore dell’olfatto; è ben grasso tra lingua e palato ma non pensate allo sciroppo: il nerbo acido è molto ben presente e rende il vino fresco e vivace, aiutato in questo anche da una certa sapidità che qui sui terreni di origine vulcanica dei Castelli Romani caratterizza tutti i vini. Vino di corpo con finale lungo ed appagante, dove ritornano il miele ed i frutti tropicali, ben bilanciati da nota appena ammandorlata. Intenso, lungo, fine/eccellente. Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: Spesso ed elegante, profumato, complesso già dalla composizione in vitigni via via lungo la degustazione sino al finale retro-olfattivo. Non ci sorprende che anche Daniel Thomases (Guida Veronelli) si sia entusiasmato per questo Campo Vecchio ’99, concedendogli un punteggio pari a quello del fratello più blasonato che risponde al nome di Vigna Adriana. Non lo avevamo degustato alla giornata del Frascati organizzata dall’Associazione Italiana Sommeliers perché c’erano già troppi vini ed abbiamo fatto male (…ogni lasciata è persa… si dice a Roma), ma ci consola il fatto che noi tutti lo si possa trovare con relativa facilità in tutte le migliori enoteche ad un prezzo che dire entusiasmante è dire poco (15.000 lire circa). Non sembra temere il passare del tempo, anzi, prevediamo un ottimo futuro da qui a cinque anni. Bicchieri: da Riesling Kabinett subito, da Riesling Grand Cru tra qualche anno. Abbinamenti: Primi piatti in genere purché senza carni rosse, frittate con ortaggi quali frittata di carciofi o di zucchine. Pesce di mare non grasso cotto alla griglia (la morbidezza ce la dà il Campo Vecchio). Carni bianche in generale, saltimbocca alla romana in particolare.

RECENTI

  • Ormeasco di Pornassio Peinetti 2016

    Ormeasco di Pornassio Peinetti 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

  • Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

    Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani