Fosso Le Forche 2000

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@
Data degustazione: 11/2001


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: sangiovese, nebbiolo, cabernet sauvignon in parti uguali
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: TENUTA PANDOLFA – Azienda Agricola Tenuta Pandolfa
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: N/A


Esame visivo: Senz’altro limpido tenendo conto che non ha ancora subito filtrature (ricordiamo che il campione proviene dalla botte), il colore è di un bellissimo rubino cupo, con chiari riflessi inchiostrati, molto vicino alla melanzana; la consistenza è senz’altro piena, anche se potrà perdere qualcosa una volta terminato il periodo di vinificazione/affinamento. Esame olfattivo: Ovviamente è ancora piuttosto chiuso al naso, non intenso ma molto fine ed elegante; si offre con note speziate, tostate ed erbacee, liquirizia, albumina e sentori lattici, resina e gomma, caramello. I tre vitigni sembrano fondersi perfettamente e promettere davvero grandi cose. La qualità sfiora l’eccellenza. Esame gustativo: Si propone di grande impatto, secco, caldo e di corpo importante, bella struttura forte e di classe, i tannini sono prosperosi ma affatto coprenti, buono il nerbo acido. L’equilibrio è certamente non raggiunto, sarebbe strano il contrario, ma la forza espressiva del vino è addirittura superiore in bocca, decisa, intensa e persistente. Il finale è molto bello, ripropone note eleganti ed anche un accenno di frutta scura, in via di formazione. Qualità eccellente. Stato evolutivo: Giovane. Giudizio finale: Giudicare questo vino ora è senz’altro penalizzante. La nostra impressione è che questi tre vitigni, riuniscano le loro doti migliori, amalgamandosi perfettamente e proponendo un lungo ed esaltante avvenire. Se si pensa a quanto siano diversi, per periodo di maturazione, per capacità di adattamento (qui siamo in Romagna, dove il nebbiolo non è certo di casa), ci si rende conto della bravura dell’enologo Paolo Inama (un nome non certo sconosciuto). Vi suggeriamo di degustarlo al Vinitaly 2002, quando verrà presentato, siamo certi che vi lascerà sorpresi. Quando lo avrete acquistato, ricordatevi di degustarlo in bicchieri importanti, per vini rossi di corpo per ora, per vini rossi morbidi e di equilibrio gustativo, all’apice della sua maturazione.

RECENTI

  • Riviera Ligure di Ponente Granaccia Rebosso 2016

    Riviera Ligure di Ponente Granaccia Rebosso 2016

  • Ormeasco di Pornassio Peinetti 2016

    Ormeasco di Pornassio Peinetti 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani