Felix 2009

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 11/2015


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: sangiovese 80%, mammolo 10%, canaiolo 10%
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: TENUTA MONTIANI – di Marinella Vallauri
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Ho ricevuto questo vino da un enotecaro romano specializzato in vini bio e naturali, “voglio un tuo parere” mi ha detto. Non mi tiro mai indietro di fronte ad un vino che non conosco, tanto più se proviene dalla zona di San Polo in Chianti, dove l’azienda Montiani gestisce in conduzione biologica sangiovese, mammolo, canaiolo e una piccola parte di merlot destinata al vino da tavola. La vigna Terra Bianca, da cui provengono le uve del Felix, ha viti di età media di oltre 40 anni, che vengono trattate con rame, zolfo, alga di litotamnio (contiene abbondante calcio e magnesio) e macerato di ortica; la produzione si attesta su una media di 1-1,5 kg d’uva per ceppo, la vendemmia è rigorosamente manuale con selezione dei grappoli perfettamente sani, la diraspatura avviene direttamente nei tini, la macerazione dura 22 giorni. A fine processo il vino dimora 10-12 mesi in legno e affina altri 10 mesi in bottiglia. Le dosi di solforosa sono molto basse, secondo l’annata tra i 35 e i 70 mg/l, l’eventuale chiarifica viene fatta usando le uova delle galline aziendali. Il vino mi sembra esprimere molto bene i caratteri del territorio, c’è da dire che la 2009 è stata un’annata caratterizzata da piogge sia a giugno che ad agosto, cosa che non ha favorito un particolare accumulo di zuccheri, infatti siamo leggermente sotto i 13,5 gradi di alcol, a tutto vantaggio di un maggiore equilibrio. Ha un colore rubino con richiami granati ai bordi, il bouquet è subito aperto e piacevole, c’è la viola, la magnolia, la ciliegia, il lampone maturo, il ribes, il ginepro e piacevoli sfumature speziate. L’assaggio rivela un tessuto ricco di sapore, energia, piacevolissimo, con una nota sapida fitta che accompagna la freschezza, il frutto è maturo ma non cede alla confettura, tannino praticamente perfetto, ben presente ma non invasivo, finale lungo con richiami al legno di liquirizia.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani