FATTORIA MONTELLORI


Indirizzo: Via Pistoiese, 1 – 50054, Fucecchio(FI)
Telefono: +39 0571 260641
Fax: +39 0571 242625
WWW: www.fattoriamontellori.it
Email: info@fattoriamontellori.it


laVINIum – 05/2016
Quando ero un adolescente, un giorno con il mio zio preferito, Sergio, sono andato a trovare i suoi genitori in una casa di campagna, il comune era Fucecchio in provincia di Firenze. Ricordo molto bene che era inverno e la mamma di Sergio preparò una strepitosa polenta con le salsicce, una cosa meravigliosa, servita sulla tavola di legno, senza piatti, esperienza emozionante che non ho più dimenticato.
Erano tempi in cui il cibo era ancora genuino, le multinazionali dell’alimentazione non avevano invaso il mondo e si poteva mangiare tranquilli senza preoccuparsi troppo.
Era la fine degli anni ’60 e proprio a Fucecchio la famiglia Nieri produceva vino già da una settantina di anni, io non ne sapevo nulla, avevo 14 anni e certamente non bevevo ancora vino, pur avendolo assaggiato e apprezzato in più occasioni. Già negli anni ’50 la Fattoria Montellori imbottigliava il proprio vino, e prima ancora aveva sostituito le botti di legno con il cemento per le fermentazioni. Negli anni ’80 arrivarono le barriques, mentre gli ettari vitati crebbero fino agli attuali 55 ettari, distribuiti in cinque blocchi, ognuno dei quali è caratterizzato da differenti microclima, suolo, esposizione ed altitudine: Montecupoli, nei pressi di Cecina, è la culla dello chardonnay, situato a quasi 450 metri s.l.m. in zona fresca e ventilata alle pendici della catena appenninica, con una densità d’impianto di ben 7.500 ceppi/Ha. Sant’Amato, vicino al comune di Vinci è caratterizzato da suolo calcareo, ideale per la coltivazione del sauvignon, qui siamo anche oltre i 450 metri di altitudine, clima che molto si avvicina a quello della Valle della Loira. Poderi Moro e Montauto sono i due blocchi più grandi, con 12 e 16 ettari vitati, nel comune di Cerreto Guidi a 150 metri di altitudine su terreno argilloso e calcareo, qui si allevano sangiovese, cabernet sauvignon, cabernet franc e merlot. L’ultimo blocco è a San Miniato, situato in zona collinare a 200 metri s.l.m. e caratterizzato da terreni sciolti e ricchi di fossili, ideali per il sangiovese ed il syrah.
Dal 1998 guida l’azienda Alessandro Nieri che, forte dell’esperienza creativa e sperimentale del decennio precedente, ha impostato il lavoro puntando sulle moderne tecniche di coltivazione, fermentazione e affinamento, per produrre vini di carattere, territoriali, toscani.
La Fattoria Montellori è caratterizzata anche da un bellissimo giardino, presente sin dal 1895, anno della sua fondazione, ma oggi arricchito da autentiche opere d’arte prodotte esclusivamente con i fiori: “Convivio”, di Luca Vitone, ottenuto con 570 bulbi di zafferano; “Solco rosso”, di Marco Bagnoli, un filare di ben 600 tulipani olandesi; “Nel momento”, opera di Remo Salvadori, che ha replicato sul terreno un suo lavoro di 8 metri utilizzando narcisi gialli; infine il labirinto cretese (9 per 10 metri) di Daniela de Lorenzo, percorribile ed orientato da ovest. Uno spettacolo che si rinnova ad ogni stagione e vale la pena di andare a vedere.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Chianti2013da 7,50 a 10 euro@@@
Dicatum Rosso2010da 15 a 25 euro@@@@
Mandorlo Bianco2015da 7,50 a 10 euro@@@
Montellori Blanc de Blancs Pas Dosé2011da 15 a 25 euro@@@@
Moro Rosso2012da 10 a 15 euro@@@
Salamartano2010da 25 a 50 euro@@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani