Dolcetto d’Alba Viglioni 2010

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 12/2012


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: dolcetto
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: SIMONE SCALETTA
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Poche bottiglie di questo Dolcetto d’Alba 2010, 2.000 esemplari provenienti da una vigna di 0,65 ettari esposta a sud-est su terreno composto di limo, argilla e sabbia, ad un’altitudine di circa 300 metri s.l.m. Subisce una macerazione a contatto con le bucce per circa cinque giorni in vasche d’acciaio a temperatura controllata; una volta svinato, effettua la fermentazione alcolica e malolattica in acciaio dove permane altri 9 mesi dove, con il solo ausilio dei travasi, si purifica dai residui solidi. Infine nel mese di luglio viene imbottigliato senza subire filtrazioni, dove resta ad affinare per tre mesi. A parte il colore che già è abbastanza indicativo del vitigno, rubino violaceo intenso, basta accostarlo al naso per non avere più dubbi, è un tripudio di ciliegie, mirtilli e lamponi, accompagnati da un mazzetto di rose meilland e viole, su un delicato sfondo di cacao e mandorla. Al palato ha una freschezza precisa e una specularità aromatica impressionante, un sottile approccio tannico sulle gengive accompagna il finale succoso ed estremamente piacevole. Un dolcetto classico, ben fatto, di quelli che si possono bere in qualsiasi stagione, grazie al suo equilibrio e alla dote alcolica contenuta. Sfiora la quarta chiocciola. Molto bella e significativa la frase che Simone ha impresso sull’etichetta: “Il pulsare di queste colline, toccare, assorbire in ogni costa, vigna, bosco, una voce, una vita, ha scatenato in me l’idea di possederle, di berne il segreto dei frutti, di incarnarle”.

RECENTI

  • Masseria Cacciagalli 2012

    Masseria Cacciagalli 2012

  • Mille 2015

    Mille 2015

  • Sphaeranera 2015

    Sphaeranera 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani