Dolcetto d’Alba 2014

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 03/2016


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: dolcetto
Titolo alcolometrico: 12 %
Produttore: ROAGNA – Azienda Agricola I Paglieri
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


E’ davvero difficile concentrarsi su un vino, per quanto buonissimo, mentre al telegiornale si parla degli attentati a Bruxelles, decine di morti e moltissimi feriti. E’ un fatto che non abbiamo capito nulla di quello che sta realmente accadendo, che sarebbe ora che aprissimo gli occhi sulle scelte politiche e industriali che sono state fatte negli ultimi trent’anni, nelle battaglie per il petrolio, nella produzione e vendita di armi, nello sfruttamento delle risorse di altri Paesi a danno delle popolazioni stanziali. La religione è solo un aspetto del problema, l’altro è che per molti non è più chiaro chi sia il vero nemico, è facile per noi vederlo nell’Isis, ma non è così automatico per tutti, poiché l’Europa e gli Stati Uniti hanno delle enormi responsabilità nelle politiche adottate in quei Paesi dove oggi le popolazioni fuggono. Paesi che hanno perso un’identità e che, in parte, purtroppo, la stanno trovando proprio nell’estremismo e nella contrapposizione ai Paesi occidentali, la questione islamismo contro cristianesimo è in gran parte un pretesto. Sono venuto a conoscenza dei nuovi attentati casualmente, non avevo il televisore acceso, quindi l’ho saputo solo da pochi minuti, mentre osservavo il colore rubino violaceo del Dolcetto di Luca Roagna per raccontarvelo. Ora faccio davvero fatica a scrivere di questo vino che infonde allegria e sensazioni piacevoli, non posso negare di essere profondamente turbato, ma cercherò di farlo ugualmente. Del resto è davvero buono, profuma di lamponi e ciliegie, di violette di campo e ciclamini, con guizzi di macchia mediterranea. Portato alle labbra mostra tutta la sua riconoscibilità nel frutto fresco e croccante, nel delicato amplesso amarognolo e agrumato che si fonde ad una sottile sapidità, lasciando la bocca rinfrescata e pronta ad un nuovo sorso. Un gran bel Dolcetto, che non meritava di essere raccontato proprio oggi, di fronte a fatti del genere tutto assume un aspetto molto diverso, ma il vino viene dalla terra, dalla natura, la speranza è che in qualche modo sarà lei a vincere sulla follia umana.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani