Dolcetto d’Alba 2002

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 10/2003


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: dolcetto
Titolo alcolometrico: 12,5 %
Produttore: SANDRONE – Azienda Agricola Sandrone Luciano
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Si presenta cristallino e dai bei riflessi, di colore rosso purpureo con sfumature inchiostrate, profondo e quasi impenetrabile. Grande piacere per i sensi, ben oltre i comuni Dolcetto, qui abbiamo a che fare con l’eleganza e la complessità. Si spazia da note di ciliegia, amarena e prugna mature, ad un leggero ma finissimo vegetale, poi cannella e timo, caffé, sfumature di pepe e una suggestiva vena balsamica che chiude questo piccolo capolavoro olfattivo. L’impatto all’assaggio non delude, non c’è potenza (meglio) ma dolcezza di frutto che avvolge i tannini e rende il corpo equilibrato e morbido, straordinaria la misura in ogni sua componente, dalla freschezza, viva ma non aggressiva, alla polpa fruttata, dolce e calibrata, alla persistenza davvero esemplare e senza alcuna sbavatura. La caratteristica nota amarognola è quasi impercettibile. Il lunghissimo finale lascia passare una carrellata di piccoli frutti di bosco, dalle fragoline ai mirtilli e ai lamponi, riproponendo l’elegante nota balsamica che ne esalta la qualità d’insieme. Da non perdere. Quattro chiocciole alte. Servitelo a 16° con insalata di carne cruda all’albese, polenta e fonduta, risotto ai formaggi, risotto agli ossobuchi, ravioli di faraona, punta di vitello al forno, pollo arrosto, frisse, spezzatino di vitello.

RECENTI

  • Pachàr 2016

    Pachàr 2016

  • FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

    FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

  • Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

    Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani