Colline Saluzzesi Pelaverga Divicaroli 2015

Degustatore: Luciano Pavesio Valutazione: @@@
Data degustazione: 11/2016


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: pelaverga grosso
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: CASCINA MELOGNIS – Azienda Agricola Vanina Maria Carta
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Da uve raccolte nella storica Vigna San Carlo, fortemente voluta e realizzata dallo scomparso Conte Alessandro Reyneri, grande appassionato e conoscitore dei vitigni autoctoni di questo territorio, un autentico gioiello enologico da meritarsi nel 2011 il premio come miglior vigneto del Saluzzese. Ora la figlia Marialuce Reyneri di Lagnasco porta avanti con la stessa dedizione del padre il lavoro iniziato dal papà, aiutata da Michele Antonio Fino, appassionato cantiniere tuttofare dell’azienda agricola della moglie Vanina Maria Carta. Il Vigneto di San Carlo nel 2015 fu colpito dalla grandine che ne compromise parecchio il raccolto. Il vino, prodotto in appena 1.000 bottiglie che verranno consumate al 99% sul territorio d’origine, non denuncia minimamente questa carestia, grazie a un’attenta fermentazione e macerazione di 18 giorni in acciaio all’aperto, sfruttando le basse temperature autunnali per estrarre profumi e gusto più marcati rispetto al precedente, bassa acidità anche in seguito alla fermentazione malolattica che però non si percepisce in bocca, anzi pare il contrario considerata l’invitante freschezza nella beva.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani