Colline Novaresi Nebbiolo Centoundici 2009

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 01/2011


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: CASCINA ZOINA
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 7,50 a 10 euro


Nel Novarese il nebbiolo è chiamato “Spanna”, in questo caso però c’è un 70% buono di varietà “Rosé”, un clone (NE-111) che nell’albese era considerato una sottovarietà del nebbiolo, ma che le ricerche degli ultimi anni hanno rivelato essere un genotipo diverso, ovvero un vitigno a se stante, tanto che è stato eliminato dal disciplinare del Barolo e del Barbaresco, che ora consentono esclusivamente l’utilizzo dei biotipi Michet e Lampia. Qui invece, come del resto in Valtellina (dove viene chiamato “Chiavennaschino”), si continua ad utilizzare poiché è geneticamente molto simile e ha caratteristiche affini, una maturazione media più precoce, una maggiore fertilità delle gemme basali, ottima vigoria e vivace sviluppo di femminelle, inoltre resiste meglio alla prolungata siccità estiva. Sul piano enologico il Rosé ha una notevole alcolicità e un’acidità mediamente più contenuta, un minore apporto di antociani, una struttura più moderata, ma ha dalla sua che dà vini dal profumo fine e delicato. Il Centoundici 2009 è frutto di una lavorazione particolare: macerazione a freddo di 48 ore a 13 °C, fermentazione in acciaio a 21 °C con macerazione di 3 giorni sulle proprie vinacce e di 8 giorni su vinacce della barbera. Per l’elaborazione del vino viene utilizzato esclusivamente mosto fiore. Il vino sosta solo in acciaio e conclude il suo affinamento con 4 mesi di bottiglia. Granato luminoso con ricordi rubini, il ventaglio odoroso spazia dalla rosa al geranio, poi si agganciano la ciliegia, il lampone, la susina. L’assaggio non nasconde la sua natura nebbiolesca, mostrando un tannino importante ma fine, una bella freschezza rende il vino godibilissimo, non particolarmente complesso ma si fa bere bene e la leggera sapidità con cui chiude il buon finale garantisce un facile accostamento con piatti saporiti ma non troppo forti, meglio rigatoni al ragù di manzo piuttosto che di cinghiale, per fare un esempio.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani