Colline Novaresi Bianco Esther della Zoina 2005

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@
Data degustazione: 12/2008


Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: erbaluce
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: CASCINA ZOINA
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Ecco un vino che non troverete certo in enoteca fuori zona, dato che proviene da una vigna di erbaluce allevata a Guyot di soli 2600 mq., ha una fittezza notevole per un’uva bianca, parliamo di 5.000 piante/ha, pari a una produzione che supera di poco le 650 bottiglie, una vera chicca, un piccolo gioiello. L’impianto risale al 2001, il terreno è sciolto e ricco di sabbia, ben esposto a sud-sud ovest ad un’altitudine di 300 metri slm. Le uve della vendemmia 2006 hanno subito pressatura soffice e fermentazione in barriques nuove, maturazione sempre in barrique per circa un anno, poi due mesi in acciaio e 4 in bottiglia. Nel calice si nota subito un colore intenso, giallo paglierino con riflessi dorati, non limpidissimo ma questo è dovuto al fatto che non viene filtrato per preservarne tutto il corredo aromatico. Il profumo rivela il contributo del piccolo carato, ma l’effetto è tutt’altro che banale, ha un impatto quasi esplosivo, con note che richiamano le erbe aromatiche come salvia e ruta, poi richiami alla ginestra, al fieno, sensazioni “salate”, minerali, agrumi maturi, mango, ananas, spezie orientali. Al palato conferma quella sapidità che rivelava già all’olfatto, la percezione del legno è ancora evidente e chiede tempo per essere assorbita, è un vino di struttura, complesso e capace di durare anni, ha quindi tempo per equilibrarsi.

RECENTI

  • Pachàr 2016

    Pachàr 2016

  • FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

    FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

  • Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

    Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani