Colli Tortonesi Timorasso Brezza d’Estate 2008

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 12/2010


Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: timorasso
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: I CARPINI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


I vini prodotti da Paolo Carlo Ghislandi sono figli di singola vigna (questa si chiama Brigitte), piccoli appezzamenti nei quali sono state impiantate viti selezionate sulla base della tipologia dei terreni, dell’esposizione, della pendenza, della permeabilità e delle infinite caratteristiche che li distinguono. Per questa ragione non potete aspettarvi grandi quantità per ogni tipologia di vino, d’altronde è proprio nella filosofia aziendale produrre vini unici e, per certi aspetti, imprevedibili, volutamente non imbrigliati ma liberi di svilupparsi secondo il loro naturale processo evolutivo. Non a caso le etichette non escono mai in commercio in date prestabilite, ma ogni anno il momento cambia sulla base dei tempi che il vino chiede per equilibrarsi. Che senso avrebbe, dopo tanto impegno in tutto il processo di formazione del prodotto, dalla pianificazione iniziale al lavoro 12 mesi l’anno in vigna e al controllo non invasivo in cantina, mettere in vendita i vini quando sono ancora in divenire, quando il loro mondo interiore è ancora in fermento e in cerca di un proprio equilibrio? Ecco allora che il Colli Tortonesi Timorasso Brezza d’Estate 2008, 1.123 bottiglie di cui questa è la numero 410, non esce se non sono passati almeno venti mesi dalla vendemmia, di cui minimo 8 mesi passati ad affinare in vetro. Solo acciaio, volutamente, per esaltare tutte le caratteristiche di quello che si è rivelato uno dei vitigni a bacca bianca più interessanti della regione. Presenta un colore dorato chiaro lucente, è piacevole soffermarsi ad osservare i bei riflessi luminosi; accostato al naso rivela un bouquet ampio e suggestivo, sono i fiori a dichiararsi al primo impatto, ma anche leggere sensazioni di piante aromatiche, biancospino, erba limoncella, fruttato di susina mirabella, cedro e su tutto una vibrante mineralità. L’assaggio ha un impianto gradevole e di perfetta corrispondenza, ottima freschezza e uno slancio aromatico non indifferente, che si protrae a lungo affiancato da una piacevole vena sapida. Ancora giovanissimo, sono convinto che fra un paio d’anni potrebbe dare ancora più grandi soddisfazioni.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani