Cinque Terre Casata dei Beghee 2005

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 03/2007


Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: bosco, albarola, vermentino
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: LUCIANO CAPELLINI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Potevo non assaggiare qualche chicca durante il mio recente soggiorno a Manarola, una delle perle delle Cinque Terre? Certamente no. E sebbene una bottiglia di questo Casata dei Beghee costi 20 euro in enoteca, ho volutamente chiuso un occhio tenendo conto che da queste parti la viticoltura è fra le più difficili e faticose di tutto lo Stivale. Inoltre Capellini, con la vendemmia 2005, ha prodotto un lotto unico da 3723 bottiglie (di cui questa è la n. 798), un numero che certamente non gli consente grandi margini di guadagno. Detto questo, passiamo a valutare ciò che vedo nel calice: un vino dal colore giallo paglierino di buona intensità, con bei riflessi dorati; i profumi sono decisamente piacevoli e variegati, si passa dalle note di fiori di campo, ginestra, a sfumature salmastre e minerali, macchia mediterranea, richiami alla salvia, al cedro, al fieno. Al palato attacca senza incertezze, mostrando un bellissimo bagaglio aromatico che avvolge la bocca, intriso di freschezza e sapidità, le note di cedro e pompelmo si manifestano quasi subito, insieme a quella salinità marina che caratterizza in modo deciso questo vino. La sua forza espressiva è ricca di suggestioni, spinge a berne e ad immaginarselo a fianco a prodotti ittici, dal polpo lesso e aromatizzato con erbe locali, alle seppie ripiene e gratinate, ma anche su una bella fiamminga di cozze, vongole e moscardini.

RECENTI

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani