Chiaror sul masso Brut

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 12/2010


Tipologia: Vdt bianco spumante
Vitigni: timorasso
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: I CARPINI
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Spuma intensa e persistente, perlage ben stratificato con numerose colonnine di bollicine finissime e continue. Colore giallo paglierino brillante, bouquet fine e variegato, con note di mela golden, pesca bianca, susina, lievito, agrumi, sfumature di gelsomino e acacia, con un sottile ma rassicurante inserimento minerale di pietra focaia. Al palato ha stoffa da vendere, ottima precisione stilistica, speculare nel restituire gli aromi fruttati e le percezioni di pane sfornato e mandorla amara, gode di una suggestiva sapidità che cela magnificamente qualsiasi residuo zuccherino. Ricco, fresco, ben bilanciato, con leggeri accenni di erbe fini con richiami alla menta e all’alloro, ha una beva quasi irresistibile. C’è da dire che questo è il primo esempio di uva timorasso spumantizzata ed il risultato è davvero promettente, tanto più se pensiamo che è ottenuto con il metodo Charmat, non oso immaginare cosa potrebbe esprimere se rifermentato in bottiglia e poi neanche filtrato. A me è piaciuto molto, l’aromaticità del vitigno c’è tutta, la mineralità gli dà carattere, la bevibilità e il gusto cancellano qualsiasi titubanza. In fondo il vino è fatto per essere apprezzato e bevuto, senza che questo contribuisca a sentirci appesantiti o con la testa confusa. Il Chiaror sul Masso è uno spumante con tutte le carte in regola per rendere un’occasione conviviale ancora più soddisfacente. E detto da uno che non muore per le bollicine, vuol dire tanto, ve lo assicuro! Anzi, questo vino mi ispira un accostamento musicale, no, non il prevedibile Clair de Lune di Debussy ma qualcosa di molto più particolare e, per la sua stessa struttura melodica e intensità, ideale complemento di questo eccellente timorasso brut, non ho incertezze e suggerisco il brano pianistico “Aquarius (Dream)” del compositore finlandese Urmas Sisask, tratto dall’opera “Starry Sky Cycle”, perché da quelle parti, a dispetto di quanto si potrebbe credere, c’è freddo e calore che si sfidano ogni giorno dando vita a emozioni tutt’altro che banali, esattamente come il mondo che alberga nel Chiaror sul masso Brut. Provare per credere…

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani