Chianti Classico 2003

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 01/2015


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: sangiovese 90%, canaiolo 10%
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: CASTELLINUZZA E PIUCA – Azienda Agricola di Coccia Giuliano
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


Chi l’avrebbe detto che il Chianti Classico di Giuliano e Simone Coccia fosse un vino capace di invecchiare ben oltre le previsioni, soprattutto con un’annata caldissima come la 2003? Beh, confesso che, nonostante il sughero di questo 2003 cominciasse a dare segni di cedimento, ero convinto che avrei avuto l’ennesima conferma che questa piccola cantina di Lamole lavora bene e ha una vigna preziosa. C’è da dire che nonostante la 2003 sia stata annata difficile, torrida e poco piovosa, qui siamo oltre i 450 metri di altitudine, cosa che assicura comunque una buona escursione termica fra il giorno e la notte. Come ho già raccontato il Chianti Classico dei Moccia non vede legno, ragione in più per temere il peggio, e invece niente di tutto questo! Nel calice appare evidente il granato ma c’è ancora un buon riflesso rubino, mentre il bouquet rivela il caldo dell’annata nel frutto in confettura, ma c’è un grande equilibrio e non si percepiscono cedimenti, semmai una piacevole evoluzione verso il tabacco, il cuoio, il sottobosco. Al palato segue un percorso analogo, c’è ancora una buona freschezza e alla confettura di ciliegie e prugne si accostano richiami alla liquirizia e alla scatola di sigari, ma le note terziarie sono moderate, senza eccessi, segno di un vino arrivato all’apice ma non in decadimento. E’ una prova eccellente che testimonia quanto cantine come questa siano un bene prezioso per una denominazione che alterna cose egregie ad altre meno esaltanti. Se poi pensiamo che il suo prezzo supera di poco i 5 euro! Provato a cena con un semplice piatto di rigatoni Cavalier Cocco con il sugo ottenuto dagli eccellenti pomodori di Vittoria Brancaccio (Le Tore), cipollotti freschi, extravergine cilentano, semi di sesamo tostati, peperoncino e spezie varie, senza carne. Il vino è quasi finito, solo perché oltre avrei rischiato di perdere la lucidità per scriverne…

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani