CANOVA – Azienda Agricola Canova

Indirizzo: Località Sacro Cuore – 37017, Lazise(VR)
Telefono: +39 045 7580551
Fax: +39 045 6477000
WWW:
Email:


Lo ammetto, non ho alcuna simpatia per i “produttoidi” dell’ultima ora, (chiamarli produttori è eccessivo e suona vagamente insultante per chi lo è davvero, da una vita e oltre), quelli che si tuffano nel difficile mondo del vino con la superficialità e l’arroganza di chi ha fatto i soldi in tutt’altro settore (lo sport, la moda, lo spettacolo), per sbatterti sotto il naso le loro aziende modello, i vigneti in posizione strategica, l’enologo di grido. Oggi che il vino è diventato, ahinoi, anche uno status symbol, “fa fino” atteggiarsi a viticoltori-produttori (di vini alla moda, naturalmente, vale a dire grandi rossi, magari Super Tuscan: lo vedete voi uno di costoro che dichiara di volersi dedicare a produrre un “semplice” vino bianco?). E scopri, leggendo in giro, che l’attrice Tale ha appena comprato una tenuta, che l’anchor-man di turno possiede una fornitissima cantina, che l’imprenditore famoso nel tempo libero pota le sue vigne oggi. Dov’erano tutti questi “appassionati” dieci, vent’anni fa, quando il mondo del vino italiano barcollava sotto una delle più tremende (e salutari) batoste della sua storia? Quando i contadini (quelli veri) erano pronti a cedere casa, campi e cantina al primo costruttore edile che glieli chiedesse, che tanto con l’uva non ci campavano e il vino si vendeva a poche centinaia di lire al bottiglione? Altri tempi, per fortuna. E proprio allora o appena poco oltre – in tempi comunque “non sospetti” – un imprenditore di Cremona metteva gli occhi su un podere dell’entroterra gardesano.
Angelo Galimberti è l’eccezione che conferma la regola. Titolare (tra le altre cose) della Vergani Torroni, era già un uomo di successo quando fece l’incontro della sua vita, quello con i vigneti e gli uliveti di Canova. Da podere a vigneto il passo richiese qualche tempo e molto lavoro, ma non era certo questo che spaventava il neo-proprietario, che alla Canova dedicava ogni minuto d’ogni giorno che riusciva a strappare al suo lavoro a Cremona, a costo di rubarli alla famiglia e soprattutto alle sue tre figlie, Donatella, Emilia e Domenica. Le persone (a volte) possono aspettare, i sogni no, e tale era per Galimberti la sua tenuta fino a qualche anno fa. Oggi il suo testimone è stato raccolto dalle tre figlie, che all’azienda – un edificio di sapore antico, caldo e accogliente nelle sue stanze dai soffitti in legno – dedicano tutto il tempo e le cure che questa richiede. Senza fretta. Dal 1999 si avvalgono della consulenza rigorosa di Umberto Menini, che con l’agronomo Egon Giovannini e Marco Camì in cantina forma un trio collaudato nel campo della viticoltura biologica. Una quarantina gli ettari a vigneto e nei quali trovano spazio anche gli olivi, tre le realtà produttive poste in terreni pregiati del Bardolino e della Valdadige: la tenuta Sacro Cuore a Lazise, la Tenuta Bonadimane a Colà e quella delle Zuane a Rivoli Veronese.
“Canova è il sogno di nostro padre, il sogno di una vita – spiega Emilia Galimberti – Non ha potuto raccoglierne i frutti, lasciandoci in eredità anche la sua filosofia produttiva: quella di un’azienda dai valori semplici, nella quale ogni persona che ci lavora trova la sua giusta valorizzazione”. Interessante la proposta dei vini, che per filosofia e caratteristiche si distaccano dal panorama generale della produzione lacustre. In tutti quelli che abbiamo assaggiato (e di alcuni riferiamo più sotto), ci è sembrata di avvertire, più o meno evidente, una nota particolare di fondo: quelle sfumature, odorose e di gusto, d’agrumi che immediatamente ti proiettano in un ambiente dal clima dolce, solare, rilassante nel verde. Il lago di Garda, appunto.
Elisabetta Tosi

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani