Camartina 1999

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 10/2002


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: sangiovese 60%, cabernet sauvignon 35%, merlot e syrah 5%
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: QUERCIABELLA – Agricola Querciabella
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: oltre i 50 euro


Il Camartina è senz’altro uno dei vini rossi più straordinari prodotti in Toscana, grande l’estratto ed eccellente il terroir, basti pensare che è in grado di sostenere 24 mesi di barriques nuove al 95% senza rimanerne schiacciato. Solo vini con grande spalla e struttura possono permettersi di affrontare un periodo di così lungo affinamento senza subire un tragico sfinimento. E il Camartina è uno di questi. Ecco le sue credenziali: colore rubino denso e luminoso, molto concentrato e decisamente impenetrabile; inutile dire che la consistenza è piena, straordinario l’equilibrio alcol-glicerine. Naso con note di humus e terra bagnata, pregevoli toni fruttati di visciola e amarena, poi tabacco dolce, leggera tostatura. Ancora chiuso, chiede ulteriore ossigenazione ma soprattutto più riposo in bottiglia. Ad un successivo riassaggio propone note floreali eleganti di viola mammola ed un tocco di vena balsamica davvero piacevole. La qualità è eccellente. L’impatto nel cavo orale è un po’ crudo, austero, tannini e acidità sono decisi e rendono difficile la percezione delle sensazioni aromatiche, ma la stoffa c’è tutta e, man mano che si riduce l’effetto astringente, ritorna il frutto carnoso ed elegante. Si sente l’apporto del sangiovese che gli dona eleganza e sapidità. La persistenza è da manuale. Va detto per inciso che raramente capita di degustare un vino con tannini di questa fattura, stratificati, si manifestano un po’ alla volta, senza dare mai la sensazione di polverosità o amaritudine. Eccellente dimostrazione della qualità del terreno. Stappatelo almeno un’ora prima e servitelo attorno ai 19° per ridurre l’effetto tannico, nei grandi calici da Brunello. Abbinatelo a portate di solida struttura: gnocchi al ragù di manzo, gnocchetti piacentini alla verza e maiale, pappardelle al sugo di lepre, stracotto di cavallo, spalla di cinghiale in arrosto morto, stufato di castrato all’aglio e rosmarino.

RECENTI

  • Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

    Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

  • POGGIO DEI GORLERI

    POGGIO DEI GORLERI

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani