Brindisi Rosso Arcione 2001

arcioneDegustatore: laVINIum Valutazione: @@@
Data degustazione: 09/2003


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: negroamaro 85%, malvasia nera 15%
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: BOTRUGNO – Azienda Vitivinicola Botrugno Sergio
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: N/A


Nel nome della DOC la storia di un’espressione augurale: i giovani patrizi romani che si imbarcavano dal porto di Brindisi per raggiungere Atene per motivi di studio, venivano qui salutati da parenti ed amici con banchetti augurali: “che gli Dei benigni ci facciano rivedere qui, a Brindisi, per rinnovare lietamente queste libagioni”. Questo modo di fare gli auguri divenne tanto frequente che altrove si cominciò a dire: “facciamo come si fa a Brindisi”,diventato nel tempo “facciamo un brindisi”. Nel nome del vino l’indirizzo delle cantine Botrugno: a Brindisi, in Via Arcione 1. Nel vino il profumo della cantina: vinoso, con sentori frutti rossi maturi, di caramella alla frutta e dopo l’ossigenazione derivante dalla permanenza nel calice, note di radice di liquirizia. Al gusto è secco ed intenso, quasi caldo e di buona morbidezza, di media acidità e, come tutti i vini di Botrugno, di pronunciata sapidità. Il tannino è di grana media, un po’ astringente ma in fase di miglioramento. Il finale è fruttato, ammarascato ed ammandorlato, nel complesso gradevole anche se con una predominanza delle sensazioni amarognole. Per questo consigliamo di berlo con piatti con lieve tendenza dolce derivante dall’amido o dal tipo di carne: primi piatti con condimento di sughi di carne, involtini di pecora in umido, maialino al forno con patate.

RECENTI

  • Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

    Riviera Ligure di Ponente Vermentino Vigna Sorì 2016

  • Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

    Riviera Ligure di Ponente Pigato Cygnus 2016

  • POGGIO DEI GORLERI

    POGGIO DEI GORLERI

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani